Faenza, più spazi per pedoni, bici e dehors in Corso Garibaldi

Nella recente delibera della giunta viene definito formalmente come “Intervento di infrastrutturazione sperimentale e temporanea di un tratto di corso Garibaldi”, nei fatti si tratterà di uno dei primi passi di avvicinamento verso quello che sarà il nuovo Pums, destinato a rivoluzionare nei prossimi anni la viabilità del centro storico di Faenza in ottica sostenibile.

Il progetto consiste in varie modifiche alla viabilità di corso Garibaldi che verranno attivate dalla fine di agosto sino ai primi giorni di ottobre. A fornire alcune anticipazioni sull’iniziativa è il vicesindaco e assessore al centro storico, Andrea Fabbri. «Grazie alla collocazione di un nuovo arredo urbano con verde – spiega – la carreggiata verrà ristretta ricavando più spazio non solo per pedoni e biciclette, ma anche per i dehors dei locali. La strada potrà ancora essere percorsa dalle automobili, ma a velocità fortemente ridotta».

Quello descritto da Fabbri è un primo progetto pilota che, in caso di riscontro positivo, potrebbe essere esteso ad altre in futuro. «Per ora ci concentriamo su corso Garibaldi – prosegue il vicesindaco –. L’intenzione è quella di partire da qui per un periodo limitato e, quando disporremo dei dati su questa fase sperimentale, valutare anche l’estensione ad altri corsi del centro cittadino dall’estate del 2023».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui