Faenza, passi in avanti per la caserma dei Vigili del Fuoco

 Passi in avanti per la caserma dei Vigili del Fuoco di Faenza. Anche se un cronoprogramma sui lavori ancora non c’è, Il ministero dell’Interno è infatti pronto a firmare il relativo accordo di programma. Lo precisa il sottosegretario all’Interno Nicola Molteni rispondendo a una interrogazione del parlamentare di Italia Viva Marco Di Maio.

L’opera dal costo di 3,5 milioni di euro, ricorda l’esponente del governo, è stata inserita nel Piano triennale delle opere 2021-2023 del Comune di Faenza, e martedì scorso 23 novembre il Consiglio comunale ha votato per l’approvazione dei passaggi finali dell’iter propedeutico all’approvazione. “Al momento, non è possibile fornire il cronoprogramma definitivo- continua Molteni- in quanto gli adempimenti sono subordinati alla sottoscrizione, da parte di tutti gli enti, dell’accordo di programma”. I soggetti interessati sono Prefettura di Ravenna, Direzione regionale dei Vigili del fuoco dell’Emilia-Romagna, l’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile, Provincia di Ravenna, Unione dei Comuni della Romagna faentina, Comune di Faenza e Direzione regionale dell’Agenzia del demanio. Il Comune di Faenza ha il ruolo di stazione appaltante, con il compito di provvedere alla progettazione completa della struttura, alla direzione dei lavori, alla sicurezza in esecuzione, al collaudo, all’accatastamento dell’opera e ogni altra prestazione tecnica necessaria nel corso dei lavori. Il 19 ottobre scorso, aggiunge il sottosegretario, il Viminale ha comunicato al prefetto di Ravenna e al direttore regionale dei Vigili del fuoco il nulla osta alla sottoscrizione digitale dell’accordo di programma. 

 Una volta sottoscritto, verrà trasmesso alla Corte dei conti e alla Ragioneria territoriale dello Stato di Bologna per le verifiche del caso. Dopodiche la stazione appaltante potrà iniziare le procedure di gara. In replica Di Maio richiama “l’attenzione sulla necessità che il ministero svolga un ruolo di stimolo e di coordinamento nei confronti degli enti coinvolti, per il compimento di un progetto importante non soltanto sotto il profilo della sicurezza ma anche sotto quello della riqualificazione urbanistica della città”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui