Faenza, nuovo percorso al Museo delle ceramiche

Apre oggi la nuova sezione permanente del Mic, Ceramiche popolari, design e rivestimenti tra passato e futuro, a cura di Claudia Casali e Valentina Mazzotti con la collaborazione di Daniela Lotta, Federica Fanti e Elena Dal Prato. In esposizione oltre 2000 pezzi, in buona parte provenienti dai depositi del museo e oggi visibili al pubblico per la prima volta: il percorso ricostruisce la storia della ceramica d’uso indagando le evoluzioni di forme e stili di vita nel corso delle diverse epoche fino agli sviluppi contemporanei.

Il focus della sezione si concentra sul rapporto fra artigianato, arte e design, tre settori che nell’ambito della ceramica intrecciano sinergie innovative con esiti particolarmente vivaci nel territorio.

Felicori all’anteprima

All’anteprima di ieri mattina ha presenziato anche l’assessore regionale alla cultura Mauro Felicori, per la terza volta in visita isitituzionale al Mic: «Questo – afferma – è un museo che amo moltissimo e un esempio ammirevole di gestione. Lavoriamo per aumentare la centralità dell’Emilia-Romagna nella cultura, un piano sul quale il territorio può competere con le metropoli italiani e i centri europei. Dobbiamo crescere molto nella produzione artistica e nell’attrattività: in questo senso Faenza è già un laboratorio e una capitale mondiale dell’artigianato creativo».

Accanto a Felicori anche il senatore Stefano Collina, per il quale «diventa realtà una parte del progetto di Gaetano Ballardini, il fondatore del museo, che aveva pensato alla ceramica a 360 gradi». Collina annuncia inoltre la volontà di presentare un disegno di legge per la valorizzazione dell’artigianato artistico: «Tutte le forze a sostegno del governo – dichiara – ci stanno lavorando».

Grande emozione

Per il Mic l’inaugurazione di questa nuova sezione rappresenta il primo grande appuntamento dopo le riaperture delle attività culturali, «una valorizzazione del patrimonio della comunità» secondo la direttrice Claudia Casali, che aggiunge: «Dopo tutti questi mesi ripartire aprendo una nuova sezione permanente è una grande emozione». Di ripartenza nel segno della qualità parla anche il sindaco Massimo Isola, che ricorda inoltre «la collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico per avvicinare industria, artigianato e arte ceramica». Un legame, quest’ultimo, reso esplicito anche dalla collaborazione con realtà come Tecnargilla e Cersaie.

Il Mic sarà aperto dal martedì al venerdì dalle 14 alle 19 e il sabato e la domenica dalle 20 alle 19. Il martedì, ogni 15 giorni, a partire dall’8 giugno e fino alle fine di luglio, visite guidate alle ore 18.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui