Faenza, trovato in un lago di sangue. In casa una finestra infranta

FAENZA.A dare l’allarme nel pomeriggio di mercoledì è stato un conoscente che, non sentendolo, ha fatto scattare i controlli. E quando i soccorritori sono entrati nell’abitazione dell’uomo in vicolo Montini, in centro a Faenza, il 52enne all’interno è stato trovato cadavere. Riverso a terra in una pozza di sangue e con una finestra infranta. Un giallo per chiarire il quale sul posto sono intervenuti anche gli uomini della Scientifica e gli agenti della Squadra mobile coordinati dal sostituto procuratore Silvia Ziniti. La vittima era una persona nota alle forze dell’ordine. Al momento non viene esclusa alcuna ipotesi, comprese le piste del suicidio e dell’incidente, ma l’attenzione degli inquirenti si sta concentrando sulle cause del decesso e sui riscontri circa la possibile presenza di altre persone. In base agli elementi raccolti finora dalla polizia sembra esclusa la causa esterna. La morte, stando ai primi accertamenti, risalirebbe ad alcuni giorni fa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui