Faenza, incidente stradale anomalo

FAENZA. Un incidente stradale anomalo, con feriti, avvenuto il 3 febbraio a Prada, nascondeva ipotesi di reato quali lesioni personali, violenza privata e truffa. Il rocambolesco episodio è stato smascherato dalla polizia locale dell’Unione della Romagna faentina che era intervenuta con una pattuglia sul luogo del sinistro: all’altezza del civico 27 di via Prada una Bmw X3 era adagiata sul fianco sinistro a ridosso di un muretto di recinzione parzialmente abbattuto.

L’incidente e i feriti

Al posto di guida un individuo impossibilitato a muoversi e, sporgente dalla portiera destra, in piedi su un bracciolo, un’altra persona, entrambi feriti ma in condizioni non gravi. Tutto apparentemente normale fino a quel punto senonché, come emerge dai verbali che ricostruiscono le dinamiche, l’incidente si è verificato in seguito a reati avvenuti poco prima.

L’uomo alla guida è un rumeno residente a Ravenna e l’altro un forlivese. Sono da poco usciti da un’agenzia di Forlì dove hanno stipulato il passaggio di proprietà dell’auto incidentata. In pratica il forlivese l’ha venduta al rumeno, come risulta dagli atti. Ma qualcosa è andato storto.

I soldi

Secondo il venditore il prezzo pattuito è di 4mila euro, ma al momento della compravendita l’acquirente gli consegna solo 2.500 euro. I mancanti 1.500 li ha il suo socio, pure lui presente, che li mostra all’acquirente, ma poco dopo sparisce, perché pare chiamato urgentemente al telefono.

Firmato il contratto, i due salgono sulla Bmw per raggiungere il socio, a Russi, dove avrebbe consegnato la parte di denaro mancante. Alla guida si mette il venditore con il quale è pure il padre che però segue l’auto su un altro veicolo a poca distanza.

Aggrappato alla maniglia

Giunti a Prada, l’acquirente avanza la richiesta di provare il mezzo di cui è diventato proprietario, così i due si fermano per uno scambio di posto, ma quando il forlivese scende, il rumeno si mette alla guida e improvvisamente accelera. Il vecchio proprietario realizza che il compratore vuole fuggire lasciandolo senza riscossione dell’importo restante, però riesce ad aggrapparsi alla maniglia e ad aprire la porta lato passeggero, infilandosi dentro l’abitacolo con una parte del corpo nel tentativo di raggiungere la chiave e spegnere la vettura.

Scene da film

Ne nasce una sorta di colluttazione da film poliziesco: uno è aggrappato all’auto, trascinato per metri, l’altro cerca di liberarsene in qualche modo. Conseguenza: la Bmw finisce fuori strada contro la siepe e il muretto. Testimone il padre del forlivese sull’auto al seguito. Sul luogo intervengono anche i vigili del fuoco e le ambulanze del 118 che trasportano il forlivese a Forlì e il rumeno a Faenza. Gli accertamenti svolti dalla Pm verificavano tra l’altro che l’acquirente è sprovvisto di patente e che l’atto di vendita è avvenuto per l’importo di 2mila euro. Il fascicolo relativo all’episodio è stato trasmesso all’autorità giudiziaria.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui