Faenza, in arrivo 220 nuove colonnine per la ricarica delle auto elettriche

Ben 220 colonnine di ricarica per le auto elettriche da installare nel corso dei prossimi mesi per soddisfare il fabbisogno della città calcolato in base ai parametri europei: il bando per individuare la società che si occuperà di realizzare i punti di ricarica è stato pubblicato dal Comune di Faenza alcuni giorni fa e scadrà il prossimo 30 settembre, nel frattempo l’assessora comunale alla Mobilità sostenibile Milena Barzaglia fornisce alcuni dettagli sull’iniziativa.

«Per calcolare il numero delle stazioni ricarica – spiega – è stata realizzata una mappatura dei veicoli ibridi immatricolati al 31 dicembre del 2021. La ripartizione delle aree in cui andranno posizionate le colonnine è stata divisa in lotti e saranno coperte sia parti importanti del centro che altre zone meno frequentate».
Il risultato del calcolo è stato di 1.368 veicoli ibridi su un totale di 57.070 mezzi immatricolati a Faenza: un dato che salta all’occhio, quest’ultimo, anche perché certifica che nella città manfreda il rapporto tra il numero dei mezzi privati e quello degli abitanti, circa 59mila, è davvero prossimo a raggiungere la parità.
La proporzione tra punti ricarica elettrici e numero di veicoli immatricolati deve invece essere pari a uno ogni sei, ragione per cui il calcolo è presto fatto.

«Nel territorio del comune di Faenza – precisa l’assessora Milena Barzaglia – il fabbisogno complessivo è di 228 stazioni, ma 8 sono già presenti sul territorio».
Tra queste, sono 6 quelle ad uso pubblico per le quali è stata recentemente emessa un’ordinanza con cui si vieta il parcheggio, fatta naturalmente eccezione per quanto riguarda i veicoli in ricarica elettrica: si trovano presso piazza Ricci, via Roma, via della Costituzione, viale Marconi, piazzale Pancrazi e via Fratelli Rosselli.

La mappatura effettuata sui veicoli ibridi immatricolati nel territorio manfredo è stata ripetuta anche per altri comuni dell’Unione della Romagna faentina ed è così possibile disporre di un quadro generale esteso anche alle municipalità più piccole.
Al secondo posto, anche se nettamente distanziato dal primato relativamente a Faenza, si colloca Castel Bolognese con 139 veicoli ibridi (1,76% del totale), mentre in terza e quarta posizione, ravvicinate tra loro, ci sono Brisighella (81 veicoli ibridi, 1,06% del parco complessivo sotto i tre colli) e Riolo Terme (79 mezzi, 1,49%). 22 i mezzi ibridi immatricolati a Casola Valsenio, per una percentuale dello 0,84%. Anche in questo caso è dunque possibile calcolare il numero di stazioni di ricarica elettrica che, arrotondando per eccesso, devono essere presenti sul territorio: 23 a Castel Bolognese, 14 a Brisighella, 13 a Riolo Terme e 4 a Casola Valsenio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui