Faenza, finiti i lavori alla scuola media Europa

Tutto pronto per il taglio del nastro alle scuole medie Europa: il complesso è stato rigenerato al termine di un percorso durato anni avviato dalla precedente amministrazione insieme al Seminario Diocesano.
Venerdì 10 dicembre, alle ore 18, la rinnovata aula magna ospiterà l’inaugurazione ufficiale alla presenza delle autorità tra cui, dal ministero, il capo dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Stefano Versari.
La serie degli interventi effettuati ha riguardato diverse porzioni della scuola all’interno del complesso seminariale: per completare il progetto sono stati necessari tre anni, dal momento che i lavori si sono concentrati specialmente nei mesi estivi per consentire il regolare svolgimento delle lezioni durante l’anno scolastico.

Ad illustrare le azioni di recupero ieri mattina è stato il geometra Andrea Bertoni: «Sono stati toccati diversi aspetti a cominciare da quello strutturale – spiega –. La capacità di risposta a eventi sismici è stata migliorata e portata al 70% su tutti gli spazi. Anche la messa in sicurezza antincendio, su cui in precedenza erano stati fatti interventi palliativi, è ora stata adeguata totalmente alla normativa. Allo stesso tempo è stata collocata la scala d’emergenza sul piazzale del parcheggio, lato via degli Insorti, e sono state riviste le uscite di emergenza».
A questo si aggiunge un’operazione di miglioramento energetico, con la sostituzione totale degli infissi, l’isolamento termico dei sottotetti e l’illuminazione a led. Di particolare rilievo il recupero dell’aula magna, rimessa a nuovo come spazio polivalente: «Ora – anticipa il sindaco Massimo Isola – potrà anche essere messo a disposizione dell’associazionismo culturale».

Di notevole entità anche gli interventi che hanno riguardato gli spazi sportivi della scuola: «Oltre al rifacimento della palestra interna – prosegue Bertoni – è stata anche realizzato un nuovo campetto sportivo all’esterno, ricavato in una porzione dell’ex parcheggio. Grazie all’impianto di illuminazione potrà essere fruibile anche in orari serali».
Ultimo ritocco è stata l’apertura di uno spazio verde con ingresso direttamente dalla scuola: una misura che già in passato era stata richiesta da alcune famiglie di studenti iscritti alla scuola perché il chiostro del seminario non era utilizzabile in quanto riservato alla Biblioteca diocesana.

«L’offerta educativa faentina fa un passo avanti – commenta il primo cittadino – ed ora la scuola Europa ha tutte le carte in regola per rispondere alle esigenze post covid». Di particolare rilievo anche l’entità degli investimenti economici necessari a completare gli interventi: «Il seminario aveva preventivato un costo superiore ai 4 milioni di euro – spiega il rettore don Michele Morandi – e così è stato. Abbiamo contratto un mutuo da 3 milioni e 500mila euro che restituiremo attraverso il canone d’affitto venticinquennale che il Comune paga per il seminario e il parcheggio».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui