Faenza, festa abusiva in un’area di servizio: organizzatori multati

Un fenomeno che pare imperversare in questo inizio d’estate nel faentino è quello delle manifestazioni abusive, non autorizzate. Lo testimoniano recenti interventi da parte della Polizia dell’Unione per impedirne lo svolgimento e anche un verbale per 1600 euro di multa, dopo una “festa” che invece ha avuto ugualmente luogo. Si tratta in questo caso di un raduno di bikers, motociclisti e motocicliste che si danno appuntamento in raduni aderendo a stili di vita che li accompagna e li unisce in preferenze, decisioni, mode e amicizie.

Sede del raduno è stata un’area di servizio sulla via Emilia, dove dal pomeriggio alla sera si sono svolti anche intrattenimenti con toro meccanico installato, gonfiabili, musica ad alto volume con impianto su un tir attrezzato, salsicce, birra e tavoli per la consumazione sparsi su buona parte della superficie. Non sono mancati “siparietti” di ragazze in succinti bikini con tanto di spugne, secchi d’acqua e spinelli a simulare lavaggi rapidi di moto, centauri compresi.

La kermesse ovviamente non è passata inosservata al vicinato e neanche a chi si fermava per un normale rifornimento: visibile anche a distanza il fumo del barbecue che si è instradato sulla via Emilia per alcuni chilometri, insieme al caratteristico odore di grigliata. Molti si sono chiesti come tutto ciò potesse avvenire in fregio ad un distributore di benzina dove perfino alle auto è chiesto di spegnere il motore per il rischio di incendi. Infatti non sarebbe potuto avvenire o perlomeno se avviene vanno richieste apposite autorizzazioni.

Gli organizzatori pare non sapessero di commettere un illecito, infatti hanno scattato molte foto e perfino un video con drone, poi pubblicato sui social e a verbale ricevuto avrebbero chiesto quali procedure adottare per poter ripetere il “progetto” che pare abbia avuto parecchie adesioni. In altri casi la Polizia Locale è venuta a sapere in anticipo di altre feste in preparazione sulle colline adiacenti alla città e sono intervenuti per impedirne lo svolgimento.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui