Faenza, controlli e denunce

Con la fine del lookdown, sono ripresi anche i controlli, per tutelare la sicurezza urbana e contrastare il degrado urbano, della polizia locale dell’Urf. I controlli hanno affiancato i posti di blocco e pattugliamenti per le strade, disposti per assicurare, tra l’altro, la sicurezza stradale e il rispetto delle norme anticovid. Nel corso delle operazioni, sono state identificate oltre 50 persone e 80 veicoli, denunciati 3 cittadini stranieri, tutti già noti alle forze dell’ordine, segnalati 3 cittadini (due italiani e uno straniero) come assuntori di stupefacenti.
In particolare ieri mattina gli agenti hanno fermato, in corso Garibaldi davanti alla Conad, un nigeriano 38enne sorpreso a cedere droga a un connazionale. Per l’uomo, in Italia come richiedente asilo, essendo la quantità di droga esigua, è scattata la semplice denuncia a piede libero, mentre per l’acquirente è scattata la segnalazione amministrativa in prefettura in qualità di consumatore. Segnalati come consumatori anche due giovani trovati nei giorni scorsi in possesso di stupefacenti, durante una perquisizione domiciliare su disposizione della procura per altri motivi.
Denunciati poi a piede libero invece per smaltimento illecito di rifiuti, due bosniaci 50 enni, pregiudicati, sorpresi a bruciare matasse di fili di plastica, in zona Reda, al fine di ricavarne il rame posto all’interno.
Sono poi state contestate alcune violazioni delle norme per la custodia non corretta di animali a Castel Bolognese.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui