Faenza, il bullo ricattava le compagne con foto rubate in palestra a scuola

FAENZA. Furti di denaro dagli zaini. Ma anche ricatti verso le ragazze per farsi passare i compiti dopo averle filmate in biancheria intima negli spogliatoi della palestra durante l’ora di ginnastica, immagini che sarebbero poi state mostrate ad altri studenti, minacce vocali sul gruppo whatsapp del tipo “chiunque parla con la Polizia lo prendo a sberle” e persino un sopruso nei confronti di un’insegnante, presa per un braccio e intimorita. Sono gli episodi contestati allo studente 16enne sospeso dall’istituto Torricelli-Ballardini e indagato dalla Polizia locale faentina per bullismo nei confronti dei compagni. Depositate almeno venti denunce di studenti e genitori dalle quali emerge il quadro di una situazione molto pesante per chi subiva: «ragazze costrette a dare baci, insistenti offerte di sostanze stupefacenti».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui