Sarà protagonista all’inaugurazione del Mei, premiata dal patron Giordano Sangiorgi, Valentina Santandrea, la faentina venuta alla ribalta, perché il suo blog ha ispirato la nuova fiction di Rai 2 “Volevo fare la rock star… e poi ho smesso”. Uscito ieri nelle librerie anche il libro (Rai edizioni) di cui la Santandrea è autrice.
La fiction, una commedia per tutta la famiglia, porta sul piccolo schermo la storia di Olivia, 27enne diventata mamma molto giovane, interpretata da Valentina Bellè. Nel cast ci sono anche Giuseppe Battiston e Angela Finocchiaro.

Faenza, dal blog alla fiction su Rai2
Valentina Santandrea


Musica e scrittura
«Ho invitato Valentina Santandrea al Mei, afferma Giordano Sangiorgi, perché è forte il suo legame con la musica, anche perchè è nipote di Rodolfo Santandrea, l’unico cantautore faentino approdato a Sanremo, vincitore del premio della critica». Sul palco ci sarà inoltre un’altra talentuosa faentina, Samantha Casella, regista di “I Am Banksy”, il cortometraggio dedicato all’artista cult della street-art, risultato il miglior lavoro straniero al Los Angeles Independent Film Festival Award e che parteciperà alle selezioni per gli Oscar 2020. Anche Valentina come ha già fatto Samantha, non si esime dal raccontare su queste pagine il suo percorso.
Il blog e la fiction
«Tutto – rivela Santandrea – non è nato così improvvisamente come può sembrare: scrivo da tanti anni sul web, e la serie è un progetto che ora va in porto. Sarà una delle fiction più lunghe della Rai, ambientato in Friuli, e dovrebbe partire a novembre, il mercoledì, in prima serata, la data esatta non c’è ancora». La vicenda è ispirata al suo blog «ma non racconta la mia vita, si tratta di una versione molto romanzata: una vita da mamma, giovane e single, con tante difficoltà, dubbi e incertezze, ma anche piena di energia, voglia di combattere e di vivere per affrontare tutti i problemi con atteggiamento creativo e dinamico. Il blog è stato letto da Maria Grazia Saccà di Pepito produzioni , le è piaciuto soprattutto il mio modo di raccontare, in modo sincero e scanzonato, diverso da quanto esistente finora in tv. Poi è stato elaborato anche da altri autori». Dai pensieri insomma è nata una storia. «Esagerata per certi versi. Io ho tre figlie, di cui due gemelle, nella fiction sono solo due: non è vero che le ho avute a 16, ma a 22 anni. Sono anche più vecchia della protagonista: ho 36 anni».
Ma è vero o no che voleva fare la rock star? «Sì sono una rock star dentro, non suono e nemmeno canto come mio zio Rodolfo, preferisco scrivere, infatti il mio lavoro è nella comunicazione. Mi occupo di marketing digitale, ma ho ancora tante cose da raccontare, progetti e idee».

Argomenti:

MEI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *