Faenza, 20enne di Forlì ruba un’auto ma viene arrestato dopo 200 metri

FAENZA. Ha rubato un’auto a Faenza ma è stato fermato dai carabinieri dopo appena 200 metri. A finire in manette nella tarda mattinata di venerdì è stato un 20enne nato a Reggio Emilia ma residente a Forlì che si era impossessato di una utilitaria parcheggiata in strada in via Azzurrini. Per sua sfortuna il proprietario si è subito reso conto del furto e proprio in quel momento nella zona è transitata una pattuglia dell’Arma. Portato in caserma è stato tratto in arresto per furto aggravato nonché denunciato per rifiuto di sottoporsi ad accertamenti sanitari per la guida sotto l’effetto di stupefacenti e guida senza patente poiché mai conseguita. L’autovettura è stata immediatamente restituita al legittimo proprietario. Condotto in tribunale, stamane l’arresto è stato convalidato. Difeso dall’avvocato Francesco Papiani, che ha chiesto e ottenuto i termini a difesa, nei confronti dell’imputato il giudice Beatrice Marini ha disposto l’obbligo di firma e di dimora a Forlì. Alla luce dei precedenti di polizia per ricettazione, furti, rapina ed estorsione il vice procuratore onorario Pietro Plachesi aveva invece chiesto il carcere.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui