Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello in jazz per Chet Baker

L’evento più importante del Forlì jazz festival è il concerto di Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello questa sera 7 settembre all’arena San Domenico; i due jazzisti concluderanno una serata dedicata, come l’intero festival, a Chet Baker. Si comincia infatti alle 21.15 con la presentazione del libro Il mio amico Chet, con l’autore Domenico Manzione, sostituto procuratore di Lucca, che seguì il processo a Chet Baker nel 1961, concluso con la condanna a sedici mesi di carcere. A seguire la presentazione della tesi di Laurea di Daniele Odorici su Chet Baker, che contiene il capitolo dedicato al suo concerto al Naima club di Forlì nel marzo del 1984. L’ attore forlivese Giorgio Cervesi Ripa racconterà poi l’incontro di Michele Minisci, allora direttore artistico del Naima club, con Chet Baker prima del concerto, tratto dal suo libro La notte che si bruciò il jazz. Seguirà un breve set de Le Cantantesse (Daniela Bertoli, Nicoletta Noè, Claudia Cieli e Anna Ghetti) che canteranno canzoni di Baker, accompagnate al pianoforte dal maestro Giuliano Cavicchi, già direttore dell’orchestra Rai per oltre vent’anni. Veniamo quindi a Bosso e Mazzariello: il trombettista torinese e il pianista inglese hanno dedicato recentemente un intero tour a Chet Baker, dal titolo Shadows, insieme con l’attore Massimo Popolizio alla voce recitante. Questo non è l’unico progetto che li ha visti fianco a fianco: tra le tante occasioni in cui hanno lavorato insieme forse la più riuscita è l’album del 2014 Tandem, uno dei dischi jazz italiani più acclamati dell’ultimo decennio. Entrambi sono tra i principali esponenti del jazz italiano, anche Mazzariello, che, pur nato a Hatfield, si è stabilito a Cava dei Tirreni, paese del padre, fin dal 1995. Biglietti a 20 euro. Info 366 1512799.

Gianni Arfelli

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui