Eventi e fiere in Romagna: ecco come distinguere le aziende più virtuose

Eventi e fiere in Romagna: ecco come distinguere le aziende più virtuose

Per tutto il mese di dicembre il gruppo Bologna Fiere sarà costantemente impegnato in numerosissimi eventi che si succederanno presso le prestigiose sedi. La Romagna si riempirà di turisti e visitatori che affolleranno le sedi di Bologna, Ferrara e Rimini e gli alberghi torneranno a riempirsi quasi come l’estate romagnola. Cosa prevede il la fine del 2019 alle fiere di Bologna e dintorni? Si svolgeranno eventi a tema divertimento, idee regalo, creatività e cultura eno-gastronomica ma non solo. Il calendario degli eventi sarà ricco fino alla fine dell’anno. 

Un mese intenso di intrattenimento e divertimento

Sicuramente non si potrà dire che non c’è niente di divertente da fare. Infatti si susseguiranno ben nove eventi fino alla fine dell’anno con ingresso libero e a pagamento. L’ultimo sarà il Winterwonderland, ovvero il parco divertimenti al coperto più grande d’Italia e a cui non si può di certo mancare. Ad ogni modo saranno esposte aziende e imprese di tutti i settori come design, innovazione, arredo di interni, idee regalo e agroalimentare. In questo mix di stand e proposte sicuramente ci saranno tantissime aziende che arriveranno proprio per sfruttare l’occasione per farsi notare. Sai come?

Aziende virtuose e semplici aziende

Un’azienda che partecipa a una fiera di settore ha già compreso l’importanza di uscire dal proprio guscio e di intessere relazioni. In occasioni come le fiere non è importante tanto vendere ma diffondere i propri recapiti, parlare con le persone e mostrare la propria identità. Per questo è importante partecipare muniti di grande voglia ed entusiasmo ma non solo. Partecipare ad una fiera richiede di portare con sé tutto il materiale che possa presentare al meglio l’azienda, allestendo uno stand carino e visibile presso il quale le persone avranno voglia di fermarsi a chiedere informazioni. Tieni presente che le fiere sono tematiche, per cui il pubblico è altamente selezionato. Per esempio, durante la fiera “Curiosa”, che si occupa proprio di creatività ed idee regalo, entreranno persone interessate a questo genere merceologico. Quindi le aziende in queste occasioni non devono cercare di convincere l’utenza come accade per i negozi con le vetrine perché la stessa è già di per sé interessata a ciò che è esposto.

La fiera è un’occasione d’oro ma va sfruttata adeguatamente

Oltre ad un buono stand ci vuole qualche idea per farsi ricordare, per rimanere nella memoria di chi ha visitato lo stand. Un biglietto da visita? Troppo scontato e non sempre utile in queste occasioni. O meglio, il biglietto da visita è certamente utile ma solo quando un cliente si è avvicinato e ha fatto un passo avanti richiedendo informazioni specifiche per fissare un incontro e parlare di affari. Il biglietto da visita può essere ricreato con il gadget promozionale, ovvero un oggetto di comune utilizzo che rievochi il business dell’azienda e che, al tempo stesso funga da omaggio e da veicolo di informazioni. Non trovi? Ecco perché le aziende che sanno frequentare le fiere e ottenere il meglio da questi eventi sono quelle che sanno farsi trovare preparate a qualsiasi evenienza.

Perché le aziende che adottano i gadget sono più “furbe”?

In questi casi quelle che regalano gadget anche a chi è superficialmente interessato avranno possibilità in più di farsi conoscere e di ampliare il proprio portfolio di clienti. Dopotutto il gadget costituisce un investimento davvero poco costoso, oltretutto scaricabile dalle tasse, ma destinato a rendere molto più di un semplice biglietto da visita. Quando passeggerai trai saloni delle fiere romagnole prova a verificare di persona quanto ti abbiamo appena detto e vedrai con i tuoi occhi la differenza tra le aziende che sanno distinguersi e quelle che partecipano senza un preciso obiettivo da portare a casa. Anche questo fa la differenza. Per farti un’idea del mondo dei gadget personalizzati puoi sfogliare il portale https://www.gedshop.it/.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *