Estate 2022: un progetto per lanciare il brand di Cesenatico

L’Amministrazione Comunale è al lavoro per rendere l’offerta turistica di Cesenatico ancora più accattivante e provare a fare un ulteriore salto di qualità. Per farlo è necessario studiare, analizzare e successivamente definire, in accordo con le associazioni di categoria, un nuovo modello di gestione turistica in grado di promuovere e commercializzare Cesenatico come brand d’eccellenza.

A questo scopo la Giunta ha approvato nei giorni scorsi una delibera che recepisce gli obiettivi del documento unico di programmazione con un intervento che vuole andare in molteplici direzioni. L’obiettivo principale è quello di condividere un percorso strategico, insieme alle categorie economiche e ai Comitati di zona di competenza, in un arco temporale a largo respiro, che permetta di avere una visione lunga e strumenti adeguati per la promozione della città. Un’altra finalità è quella di tenere al centro dell’immagine turistica il borgo marinaro e le grandi possibilità di sviluppo culturale collegate al Museo della Marineria e alle altre emergenze storiche, mantenendo comunque alto il posizionamento parallelo di Cesenatico come località tra le più ambite del panorama nazionale per la vacanza balneare, attiva e per gli eventi sportivi. Occorre, quindi, pensare ad un nuovo soggetto, che sia in grado di promuovere, commercializzare e creare nuovi prodotti turistici, mettendo a sistema mare, sport, arte, cultura, enogastronomia, artigianato, per garantire anche un’importante destagionalizzazione turistica.

Per farlo l’ente comunale ha quindi deciso di avviare formalmente un percorso che prevederà l’affiancamento di consulenti esterni e di un supporto giuridico, capaci di supportare i servizi comunali e l’assessorato al turismo, nell’ individuare la struttura più rispondente alle esigenze di Cesenatico, con la necessità e l’obiettivo di un organismo che coinvolga anche i privati, sia dal punto di vista della governance, sia dal punto di vista della compartecipazione economica.

All’interno della macchina comunale, dunque, si è già al lavoro per individuare il modello più adatto alla creazione di questo nuovo soggetto, che dovrà coordinare la promozione turistica. Servirà garantire l‘attività di sviluppo, coinvolgendo tutti i soggetti che partecipano alla costruzione della catena del valore nel settore turistico e operare considerando sia la funzione di policy turistica e management, sia quella di marketing, promozione e supporto commerciale. Il lavoro si concentrerà sia sulla linea della destinazione turistica che su quella dei prodotti, seguendo un’impostazione strategica complessiva. Un aspetto fondamentale sarà il miglioramento nell’utilizzo e l’accessibilità di risorse, dei servizi ricettivi e complementari, come pure i consumi delle produzioni locali e l’attivazione di formule di supporto – anche di livello formativo e informativo – per innalzare le competenze degli operatori turistici.

Le parole del sindaco Matteo Gozzoli e dell’assessore Gaia Morara

“Il lavoro che ci stiamo accingendo a portare avanti era uno degli obiettivi contenuti nel programma elettorale di coalizione come uno dei capisaldi per rilanciare ulteriormente Cesenatico come definizione turistica. Partiamo da una base solida, fatta di collaborazione tra Amministrazione Comunale e iniziativa privata. Cesenatico da questo punto di vista è già un’istituzione e vogliamo portare la destinazione a un ulteriore salto di qualità”, il commento del sindaco Matteo Gozzoli.

“I lunghi mesi di emergenza sanitaria che abbiamo vissuto hanno messo a dura prova tutta la filiera turistica di Cesenatico che però in un momento di difficoltà si è compattata ed è riuscita a proporre un’offerta competitiva, all’avanguardia e perfettamente in coerenza con gli storici valori di accoglienza romagnola. Proprio per questo, è il momento di provare a guardare avanti, per evitare di perdere in competitività e cercare di migliorare ancora tutti insieme con l’Amministrazione Comunale che può essere traino e collante di tutte le realtà private”, il commento dell’assessore Gaia Morara.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui