Esperto SEO – Analisi di una professione sconosciuta

Esperto SEO - Analisi di una professione sconosciuta

Chi è l’esperto SEO?

Se anche tu come me ti sei trovato all’interno di una piccola azienda o startup sai bene qual è il ruolo dei consulenti SEO. Sono coloro su cui tutta l’azienda fa pressione affinché portino il sito in prima pagina su google per le parole chiave concordate. I consulenti seo vengono celebrati come eroi il giorno della prima pagina e se poi arriva una penalizzazione allora vengono visti come iene da cui stare lontano. Scherzi a parte, quasi nessuno sa di cosa si occupa un esperto SEO al giorno d’oggi. Quando si sente parlare di seo o consulente seo la gente non capisce bene cosa sia, tuttavia il lavoro del SEO specialist è fondamentale per permettere alla tua startup o alla tua azienda di essere sostenibile e scalare il proprio business nel corso del tempo. Che lavori come consulente seo freelance o in un’agenzia SEO l’obiettivo del consulente è quello di prendere il tuo progetto web e portarlo alla fine migliorandone traffico e conversioni.

Qual è il lavoro del consulente SEO?

Un consulente SEO deve prima di tutto essere sempre consapevole dei cambiamenti nel suo lavoro. Con una quota di mercato del 96% in Italia, Google la fa da padrone come motore di ricerca. Le linee guida di Google sono testi non ben identificati che contengono regole che spesso per il consulente SEO non vengono applicate, ma nonostante ciò facciamo finta di seguirle. Dal 2010, il colosso americano ha lanciato vari aggiornamenti al proprio algoritmo, alcuni più importanti di altri, ma le cose negli ultimi anni sono cambiate molto. Se agli albori della SEO bastavano qualche parola chiave e qualche link per posizionarsi sui motori di ricerca, adesso con la competizione che cresce e con le aziende che investono sempre di più sul posizionamento organico non è più così. Al giorno d’oggi c’è bisogno di competenze di marketing, informatiche, copywriting più una serie di soft skill da far paura.

Google detta le regole del gioco

Le leve del posizionamento sui motori di ricerca.

Il cappello bianco definisce quindi le leve del SEO su cui l’esperto SEO deve fare affidamento per migliorare il posizionamento di un sito Web. Queste leve sono:

  • La tecnica
  • Il contenuto
  • I link

La tecnica

Il lavoro del SEO è principalmente tecnico. Inizia con l’identificazione di parole chiave pertinenti per il sito Web e la società che rappresenta. Queste parole chiave verranno quindi utilizzate per ottimizzare i cosiddetti meta-tag di tutte le pagine del sito. Ogni pagina deve inoltre avere i propri metatag, personalizzati, perché i robot di google analizzano e indicizzano le pagine, non i siti nel loro insieme. L’aspetto tecnico deve essere completato anche dalla personalizzazione di immagini, video e URL. Tiene inoltre conto delle prestazioni del sito e della sua compatibilità con gli smartphone.

Il contenuto

Il consulente SEO è anche molto esigente riguardo ai contenuti, che sta diventando sempre più importante per Google. Attraverso il suo aggiornamento chiamato Panda, Google ha lanciato un segnale forte ai siti Web (e continua a farlo): i siti con contenuti inediti, pieni solo di parole chiave, generate automaticamente, saranno puniti! D’altra parte, coloro che fanno lo sforzo di applicare alle loro pagine un vero lavoro giornalistico nel titolo, nei paragrafi e nei sottotitoli, saranno considerati buoni contenuti. Il tempo in cui la rete era piena di blocchi di testo senza alcun senso sta finalmente per finire.

I link

Se la tecnica e il contenuto sono alla base del lavoro del consulente SEO, i link restano ancora fondamentali per potersi posizionare con keyword importanti.. Perché? Perché Google, nella sua indicizzazione delle pagine, presta particolare attenzione alla popolarità che gli utenti di Internet inviano verso un sito web, così come a quella del tuo sito nel suo insieme. L’indice migliore per questo è la presenza di link esterni che ti puntano su altri siti, blog, forum … Il consulente SEO quindi lavora principalmente anche sulla tua campagna di link! Tutto sotto l’occhio del potente Penguin ( L’ultimo vero aggiornamento che ha fatto disastri )

Come viene eseguito un servizio con un esperto SEO?

Come scritto in precedenza, un SEO è anche considerato un project manager completo. Il suo lavoro viene quindi svolto da un capo all’altro del tuo progetto SEO. Ecco le 4 tappe della sua esibizione:

L’audit. La fase di audit è ovviamente molto importante. Alcuni esperti SEO la fanno gratuitamente, molti che sono davvero bravi no. In ogni caso, l’analisi SEO consente al SEO Specialist di scoprire cosa non va nel tuo sito Web, ma anche e soprattutto il proprio campo di attività. Se hai già identificato le parole chiave che ti sembrano essenziali, non esitare a comunicarle. Infine, il consulente seo identificherà i punti di forza e soprattutto i punti deboli del tuo sito web. È da lì che il suo lavoro inizierà concretamente.

Lo sviluppo della strategia in accordo con il cliente. Un consulente SEO lavora sempre a stretto contatto con il suo cliente. Quando prendi una decisione che influenzerà la strategia del tuo sito Web, ti consulta sempre ovviamente. Questo secondo passo dedicato allo sviluppo della tua strategia avverrà immediatamente dopo l’audit. Durante questo, grazie alle sue conoscenze ma anche a strumenti e software efficaci, l’esperto SEO avrà identificato la strategia delle parole chiave da applicare, i link strategici da acquistare, nuovi contenuti sui social network, le menzioni locali, i riferimenti ai video o persino la creazione di un account Google Ads per le campagne Google Adwords.

Attuazione della strategia. Come nel secondo passaggio, l’applicazione concreta della strategia decisa verrà sempre eseguita in collaborazione con il cliente. L’esperto SEO è abituato a parlare ai suoi clienti del lavoro svolto. Questo è il passo fondamentale. Entrambe le parti devono lavorare “a braccetto”

Monitoraggio e relazioni. Un esperto SEO non delude mai i suoi clienti. L’interesse del suo lavoro è soprattutto quello di sapere se porta frutti a breve, medio e lungo termine. Questo è anche il motivo per cui segue l’evoluzione del tuo sito Web con te. Il suo ruolo sarà anche quello di segnalarti per identificare nuovi punti deboli o nuove opportunità.

Come riconoscere un esperto seo?

Ovviamente, per il tuo sito, vuoi il meglio. E di esperti SEO ce ne sono tantissimi sul mercato. Per aiutarti, ecco alcune chiavi che ti aiuteranno a riconoscere un (bravo) esperto di seo!

La sua esperienza. Nel settore dell’ottimizzazione per i motori di ricerca, come in molti altri, l’esperienza è sempre un vantaggio. Va notato, tuttavia, che la SEO è un campo relativamente giovane, così come Internet e i motori di ricerca. Ma in questo “breve” periodo, alcuni SEO possono essere considerati “seri” o “credibili” a causa della loro esperienza e dei loro risultati. Il consulente seo a Milano gstarseo.it con oltre 7 anni di esperienza (e anche qualcosa in più) può aiutarti nell’ottimizzazione del tuo sito web e con la tua strategia di marketing digitale.

La sua carriera. In quanto esperto SEO, questo deve fare pubblicità sul web. Tramite un sito Web personale, un CV online o i social. Troverai tutti le informazioni sulla sua esperienza sul suo sito. Anche se questi corsi sono recenti, se ha seguito diversi anni di insegnamento di scambi web, anche di siti SEO, questo è un vero vantaggio per riconoscere un buon esperto SEO.

Come riconoscere un esperto seo?

Il mercato dei siti Web in Italia sta diventando sempre più denso. Molti professionisti IT sono effettivamente diventati esperti seo, quando altri sono lì parte da anni. A parte l’esperienza degli anni e le referenze dei clienti, non ci sono diplomi per certificare le sue conoscenze in Italia, nei paesi anglofoni comincia a muoversi qualcosa ma siamo ben lontani da trovare uno standard.

Presentazione della certificazione IQ di Google Analytics

Un esperto seo deve sapere come analizzare i dati in relazione alle visite di un sito e di tutte le sue pagine. Questo gli permette di conoscere i punti di forza e di debolezza del sito, prima e dopo il suo lavoro. Per verificare l’impatto delle tecniche applicate. Lo strumento principale per effettuare questa analisi rimane Google Analytics.

Tutti possono utilizzare Google Analytics. Ma pochi (o quasi) sanno sfruttare il suo vero potenziale. Ottenendo questa certificazione da Google, il consulente SEO dimostra che può farlo! La certificazione viene ottenuta superando un esame ed è valida per 18 mesi dalla data dell’esame. Possedere la qualifica individuale di Google Analytics, quindi anche essere aggiornato nella sua conoscenza dello strumento.

Un esperto SEO o un’agenzia?

Hai un progetto SEO per il tuo sito web e stai quindi cercando una persona o un’azienda in grado di realizzarlo. Perché non optare per un esperto freelance seo?

Questa soluzione presenta infatti vantaggi non trascurabili come la disponibilità e la consulenza che con una grande agenzia spesso mancano. Lavorare con un’agenzia si occupa anche di altri problemi in corso, mentre un esperto SEO da solo si dedicherà interamente a te. Sempre disponibile per telefono, Skype o e-mail.

Il lavoro del consulente SEO freelance è quindi completamente personalizzato, poiché è lui e solo lui che segue il progetto dalla A alla Z. L’inizio della missione arriva quindi più rapidamente, così come i suoi progressi e le successive relazioni. Se ti piace poter interagire regolarmente con i tuoi dipendenti e porre domande quando li hai, allora il consulente SEO freelance è l’opzione da considerare per te.

L’agenzia SEO ha anche molti benefici che possono rassicurare un cliente. La forza finanziaria dell’azienda garantisce una solida collaborazione nel tempo. L’agenzia è anche in grado di utilizzare software le cui licenze sono molto costose e quindi a beneficio dei propri clienti. L’agenzia beneficia anche dell’emulazione dell’accumulazione dell’esperienza di numerosi esperti e generalmente ha un budget dedicato alla formazione dei suoi consulenti e alla ricerca e sviluppo.

Non esiste una scelta buona o cattiva, ma una scelta adattata al tuo progetto.

Argomenti:

1 commento

  1. Buongiorno. Per quanto i social, per molti, rappresentino il principale canale di comunicazione con i clienti o i potenziali clienti, il sito è sempre lo strumento più professionale e, soprattutto, quello che permette, oltre all’indicizzazione, di lavorare sul posizionamento. Certo, anche da un social può arrivare un click a un articolo, ma il contenuto sul blog aziendale permette di lavorare in tante direzione, ad esempio, come dite voi, facendo Link Building. C’è una cosa che non condivido del vostro articolo, l’affermazione che i siti con contenuti inediti saranno penalizzati. Magari è un errore di battitura, perché è importantissimo che un articolo sia inedito, ovvero che non ci siano doppioni in giro per la rete e, soprattutto, che non sia scopiazzato, anzi, scrivere un articolo con un contenuto originale può dare delle belle soddisfazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *