Esercizi per un manifesto poetico a Mondaino

Continua l’attività annuale dell’Aboreto Teatro Dimora di Mondaino quale centro di residenza per compagnie. Fino all’11 dicembre sarà il collettivo Mine ad abitare il teatro nel bosco per la residenza creativa volta alla ricerca e alla composizione del nuovo spettacolo Esercizi per un manifesto poetico, progetto selezionato da Dnappunti coreografici 2019. Esercizi per un manifesto poetico nasce dalla necessità di ricercare, creare, danzare e agire in forma di collettivo. «In questo primo lavoro e atto fondativo del collettivo, firmato e interpretato da ciascuno dei membri di Mine, ci interroghiamo e apriamo una riflessione su cosa sia un manifesto poetico e su come si articoli la sua costituzione sotto forma di partitura coreografica», spiega il collettivo. «Cos’è un manifesto poetico-coreografico? Cosa significa per noi essere un collettivo? Cosa significa investigare in maniera collettiva il rapporto tra individuale e ensemble? Cos’è la bellezza? Qual è il nostro rapporto con l’estetica, la coreografia, i linguaggi, le regole? Attraverso Esercizi per un manifesto poetico diamo forma al processo di costruzione del nostro manifesto».

Info: www.arboreto.org

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui