Esce oggi il nuovo libro di Lorenza Ghinelli, “Tracce dal silenzio”

Esce oggi il nuovo libro di Lorenza Ghinelli, "Tracce dal silenzio"
Lorenza Ghinelli Foto di Fabiana Rossi

RIMINI. Quando incontri Lorenza Ghinelli, con quel suo sorriso disarmante e gli occhi limpidi, sinceri, fatichi a credere che nasconda un animo “nero”. Eppure la scrittrice riminese, classe 1981, ha «un vero talento nel mettere in scena la zona oscura del mondo degli adolescenti, le loro fantasie turbate», come ha scritto di lei Ranieri Polese su Sette.
«Non ho mai amato le etichette – affermava Lorenza qualche anno fa in una intervista – e non mi va di limitarmi, gioco con il genere: mi piace sperimentare, scrivo quello che mi fa stare bene in quel momento, o ciò di cui ho bisogno».
Caso letterario già nel 2011 con il romanzo d’esordio Il divoratore venduto in sette paesi (Newton Compton) e poi finalista al Premio Strega nel 2012 con La colpa (Newton Compton 2012), dà ora alle stampe per Marsilio un’altra storia inquietante: Tracce dal silenzio (2019, pp. 336, euro 14). Una favola nera con cui Marsilio inaugura la nuova collana “Lucciole”, gialli leggeri che mescolano avventura e suspense.
Le storie di Ghinelli sono unite dal filo della resilienza, e non badano troppo ai generi: non per niente ha all’attivo anche una serie di romanzi rivolti più specificatamente a un pubblico “young adult” come Almeno il cane è un tipo a posto (Rizzoli, 2015) o Anche gli alberi bruciano (Rizzoli, 2017).
«Io non distinguo tra letteratura per ragazzi e letteratura per adulti – dice –, anche la mia libreria di casa è tutta mischiata… Trovo che a volte nei libri per ragazzi vi sia più libertà».
Ghinelli è stata anche soggettista e sceneggiatrice per la tv e da anni collabora con la Scuola Holden di Baricco.


Tracce dal silenzio
Nina è la protagonista del nuovo libro: ha dieci anni ed è sorda. I genitori, decisi a lasciarsi tutto alle spalle, si trasferiscono in una nuova casa. Una sera, come sempre, Nina spegne l’impianto cocleare che le permette di sentire e si addormenta. Una musica però la sveglia, una musica che non dovrebbe e non potrebbe percepire. Nina si alza e la segue. Nello stesso istante un ragazzo viene ucciso. Per la bimba si rivelerà determinante l’incontro con l’anziana Rebecca, perseguitata da un oscuro passato.


La presentazione
Tracce dal silenzio – uscito proprio oggi – sarà presentato per la prima volta domani sera venerdì 15 novembre alle 21 al Bar Lento di via Bertola a Rimini. L’incontro è organizzato in collaborazione con le associazioni Mare di Libri e Rompi il Silenzio. Con Lorenza Ghinelli interviene Elvira Ariano; letture di Alessia Canducci.

Argomenti:

Avatar
About the Author

caposervizio Spettacoli e Cultura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *