Ermeti: “Entro il 2022 Riccione avrà tutte le scuole nuove ristrutturate ed ecosostenibili”

RICCIONE. Da questa mattina, al cantiere della nuova scuola di via Panoramica di Riccione, gli operai sono a lavoro per iniziare a montare la struttura che ospiterà la nuova palestra. Ieri infatti sono stati consegnati in cantiere tutti materiali in legno necessari per completare la prima struttura, quella palestra appunto. Secondo il cronoprogramma che la ditta ha consegnato al Comune di Riccione, in seguito all’incontro con i genitori rappresentanti di classe e il dirigente della scuola, i lavori dovrebbero concludersi entro giugno. La ditta ha infatti raccolto le sollecitazioni dell’amministrazione per procedere ad una velocizzazione dei lavori e ad una contrazione dei tempi di consegna dell’opera. Entro marzo intanto la palestra di via Panoramica sarà terminata. Domani i responsabili comunali dell’ufficio Lavori Pubblici incontreranno la ditta appaltatrice per stabilire il proseguimento dell’opera nella parte dell’ala con le classi, che come per la palestra, rientrerà nella classe IV antisismica. 

Per quanto riguarda la scuola di via Capri al momento sono state terminate tutte le opere impiantistiche della struttura già completata. Il 29 novembre saranno consegnate le travi che permetteranno di terminare anche i lavori per la copertura della palestra. 

Avanzano spediti anche i lavori per la palestra della scuola di via Ionio, che ha già una struttura completa in cemento armato, copertura e chiusure in legno, mentre si sta ristrutturando la zona degli spogliatoi. 

Ad un ottimo punto anche i lavori per la scuola di via Catullo, in questi giorni si stanno montando la parte a servizi sul fronte dell’edificio. In primavera tutta la scuola sarà finita. 

“Nel 2022 Riccione avrà tutte le scuole nuove – ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici Lea Ermeti – questo grazie alla determinazione di tutto il personale del Settore Lavori Pubblici del Comune, ma anche perché è stata una scelta ben precisa dell’amministrazione. Nonostante le problematiche conseguenti al Covid, abbiamo portato a casa un risultato del quale la nostra comunità, le nostre famiglie e i nostri ragazzi devono andare fieri. Palestre, aule, auditori e mense di qualità, nuovi e vivibili con tutti gli standard moderni, ecologici e di risparmio energetico. L’amministrazione ha fatto tutto da sola, con le sole risorse dell’ottima gestione del nostro bilancio, che ci ha permesso di mettere mano alle scuole, ma anche al lungomare, al teatro e al museo. Riccione in questi anni è progredita e si è riqualificata anche nei viali del turismo e nei quartieri residenziali, nei parchi e con una nuova rete di piste ciclabili”. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui