ER Coraggiosa: la manutenzione dei mezzi di Trenitalia resti in Emilia-Romagna

Mantenere la manutenzione di secondo livello dei treni di Trenitalia-Tper nelle officine di Trenitalia OMC dell’Emilia-Romagna e salvaguardare il futuro industriale degli stabilimenti di Bologna e Rimini. A chiederlo è una risoluzione di ER Coraggiosa a firma dei consiglieri Igor Taruffi (primo firmatario) e Federico Alessandro Amico, che ricordano come “in seguito a un incontro avuto con Trenitalia il 17 marzo scorso le organizzazioni dindacali Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti dell’Emilia-Romagna hanno espresso, attraverso un comunicato stampa, la massima preoccupazione in merito allo scenario evolutivo, oltre che sul percorso organizzativo e gestionale, del mantenimento del lavoro di manutenzione dei rotabili di Trenitalia nella nostra regione”.

“In Emilia-Romagna sono attive due importanti realtà aziendali: l’OMC Componenti (Officina Manutenzione Ciclica – ex OGR) con sede a Bologna e l’OMCL (Officina Manutenzione Ciclica Locomotive) con sede a Rimini, le quali si inseriscono all’interno della sezione manutenzione rotabili di Trenitalia e sono comprese nel Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane: il ridimensionamento o la chiusura in pochi anni dell’OMC di Bologna determinerebbe l’ulteriore deindustrializzazione all’interno di un tessuto economico già fortemente provato dalla pandemia da Covid-19”, spiegano Taruffi e Amico che ricordano come “per evitare questo, secondo i sindacati di categoria, è necessario mantenere la manutenzione ciclica di secondo livello dei treni di nuova generazione Pop e Rock di Trenitalia-Tper, società che gestisce il contratto per il servizio ferroviario regionale assegnato dalla Regione, nelle officine di Trenitalia OMC dell’Emilia-Romagna, al fine di valorizzarne il know how con percorsi integrati tra le due società (Trenitalia e Trenitalia-Tper)”.

Da qui la risoluzione per impegnare la Giunta “ad aprire un confronto con Trenitalia-Tper e Trenitalia, con il coinvolgimento diretto dei Comuni interessati, allo scopo di mantenere la manutenzione di secondo livello dei treni di Trenitalia-Tper nelle officine di Trenitalia OMC dell’Emilia-Romagna e salvaguardare il futuro industriale degli stabilimenti di Bologna e Rimini”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui