FONTANELICE. I volontari di Enduro Motor Valley dedicano per consuetudine il giorno dell’Epifania al ripristino dei sentieri appenninici. «L’obbiettivo principale di quest’anno – spiega Roberto Marchetti, agricoltore di Fontanelice – era riaprire un collegamento fra la strada di crinale di Valmaggiore e il sottostante sentiero che porta alla Chiesuola e a Case Merse. Una frana enorme infatti ha fatto sparire completamente la strada scivolata 300 metri più a valle».

«Non abbiamo voluto aprire un sentiero nella stessa zona, evidentemente molto instabile – continua Giampaolo Pezzi – ci siamo spostati a monte finché non abbiamo trovato un sentiero, in disuso da anni, riaprendo il quale abbiamo fatto un by-pass molto sicuro fra le due strade strategiche per la zona». Il gruppo di volontari era numeroso. In tre sono poi tornati nella zona di Monte Battaglia, per ripulire un’area picnic sommersa da piante crollate. Le operazioni si sono concluse con una grigliata all’Agriturismo L’Ululato, dove i volontari hanno deciso di dedicare il sentiero all’amico Beppe Stefanelli annegato nel Santerno durante un’escursione in moto. «Così nelle mappe del fuoristrada appenninico – conclude Salvatore Conti – verrà indicato il Sentiero del Cinghialotto, simpatico soprannome dello sfortunato endurista».

Argomenti:

imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *