Elezioni Rimini 2021, Angelini: “Sì a cure, lavoro e scuola. No a chiusure, agli obblighi e al green pass”

SÌ alle cure, al lavoro, alla scuola. No alle chiusure, agli obblighi, al green pass o altre misure discriminatorie. Questo il manifesto con cui mi presento, una linea netta, trasparente. Potrei fare una campagna elettorale facendo finta che ciò che accade da due anni a questa parte non ci sia, proponendo le solite modalità in stile televendita, promesse puntualmente disattese, così fan tutti. Non è nel mio stile far finta di niente e “tirare dritto”, ed è lontano dai motivi per cui ho scelto di candidarmi. Il politico, prima di tutto è un cittadino, il sindaco è il primo cittadino, e ha una grande responsabilità. Il mio sogno e impegno? Riportare la politica nelle piazze reali, lì dove è nata la democrazia, e riportare in piazza il dibattito politico. Se devo rappresentare i cittadini è a loro che dovrò rispondere, ed è con loro che mi confronterò. I bisogni dei cittadini, il centro della mia politica, la cura delle loro istanze, la mia missione.

Oggi la politica si limita ad amministrare economicamente spese e entrate, sempre più risicate, ne sono consapevole. Il politico deve saper aprire lo sguardo e il cuore verso i problemi, altrimenti possiamo anche affidarci a algoritmi, a un sistema di istruzioni da applicare per trovare soluzioni. Oggi possiamo anche farlo, ma abbiamo bisogno di filosofia, arte, musica: anche da qui la scelta del capolista Loris Falconi. In un mondo che si rivolge sempre di più alla tecnologia, utilissima in tante occasioni, io e il mio partito volgiamo lo sguardo alle nostre radici umane. Il confronto leale, sereno con i cittadini è necessario. Comincerò dalle scuole, dobbiamo aiutare i nostri ragazzi a credere nei loro talenti, non in strumenti che sanno far tutto senza fatica, perché il nostro futuro sono questi nostri figli, loro, non Matteo Angelini.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui