Elezioni, a Forlì si profila il ballottaggio. I 5 stelle non si schierano

FORLI’. Quando mancano 26 sezioni alla fine dello scrutinio, appare sempre più probabile il ballottaggio a a Forlì per la scelta del sindaco tra centrodestra e centrosinistra. Gian Luca Zattini, sostenuto da Lega Nord, Forza Italia, FdI, Popolo della Famiglia e la sua lista Forlì Cambia-Zattini sindaco, guida sempre con il 45,78%. Giorgio Calderoni, che corre col Pd, Forlì solidale e verde Forlì bene comune, una lista di giovani (Forlife) e Con Giorgio Calderoni, insegue con il 37,08%.

Deludente invece il risultato del Movimento 5 stelle con Daniele Vergini fermo al 10,93%. Fuori dai giochi, il candidato grillino “ringrazia tutti coloro che ci sono stati vicini in questa campagna elettorale e i forlivesi che hanno dato fiducia al M5S anche qui, purtroppo non sufficienti per portare quel vero cambiamento di cui la nostra città avrebbe avuto tanto bisogno. Come ampiamente anticipato – conferma – il M5S non darà indicazioni di voto per il ballottaggio, ogni nostro elettore deciderà con la propria testa. Io personalmente non mi recherò alle urne in quanto non ho alcuna fiducia dei due soggetti politici che si contenderanno la maggioranza, entrambi senza un programma politico credibile”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui