CESENA. Come ne esce l’economia della Romagna alla luce del Covid19? Sarà uno dei temi centrali della quarta edizione di Fattore R, il Forum dell’Economia della Romagna in programma a Cesena Fiera venerdì 16 ottobre. L’evento chiama a raccolta imprese, istituzioni, associazioni di categoria, personalità di caratura nazionale e internazionale.

Tutti insieme per parlare su tre macroaree di discussione, partendo da un’ottica nazionale per poi declinare il tutto nel sistema Romagna: prima di tutto come cambia la domanda di beni e servizi: consumo digitale e consumo fisico; la produttività: il ruolo delle infrastrutture fisiche e digitali e come incidono sulle aziende del territorio; come formare i leader del futuro: il ruolo delle Università, Smart working e socializzazione.

A parlarne sono fior di economisti a partire dal Premio Nobel per l’economia Joseph Stiglitz in collegamento video dagli States che partirà dagli effetti del Covid19 sul contesto globale e sull’Italia, per volgere lo sguardo sulla Romagna. E ancora la presenza dell’economista Veronica De Romanis insieme a quella di numerosi imprenditori che hanno vissuto in prima persona nelle loro aziende gli effetti della pandemia, con presenze non solo dalla Romagna ma anche da Emilia, Marche e Umbria.

Ed è questa un’altra delle novità di questa quarta edizione di Fattore R: l’allargamento dei confini, con collegamenti da Bologna, Ancona e Perugia. La conduzione è affidata al giornalista Rai Gianluca Semprini e alla giornalista Mediaset Simona Branchetti.

Ospitato nel quartiere generale di Cesena Fiera, 100 i posti a disposizione, mentre il restante potrà seguire Fattore R sulla piattaforma Natlive.

Nel corso della giornata EY presenterà un’analisi su come cambia la domanda di beni e servizi, la leadership del futuro e la produttività in generale, anche sulla base degli investimenti necessari per lo sviluppo delle infrastrutture digitali e fisiche, con un focus in particolare sull’impatto del Covid-19 su alcuni settori produttivi a livello provinciale. Dalle prime analisi di EY, che prendono in considerazione oltre 100.000 aziende (con un fatturato sopra i 2 milioni di euro), emerge che gli impatti maggiori sulla Romagna hanno riguardato quei settori fortemente presenti nell’economia romagnola, come il manifatturiero in generale, il “Fashion&Luxury” (presente soprattutto nel riminese), il Turismo (che incide molto sull’economia della Romagna e di Rimini in particolare). Nel complesso dei settori analizzati, la perdita di fatturato per il sistema produttivo romagnolo è superiore rispetto alla media nazionale.

Fattore R, Forum dell’Economia della Romagna è organizzato da Cesena Fiera, EY, Confindustria Romagna e BPER Banca, con il supporto della Camera di Commercio della Romagna. Sostengono il progetto Confcommercio Cesenate, Confcooperative Forlì-Cesena, Confcooperative Ravenna-Rimini, Legacoop Romagna, Rete PMI Romagna.

Argomenti:

Fattore R

Joseph Stiglitz

Veronica de Romanis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *