E’ tempo di circo al festival di Santarcangelo

Dopo il grande successo di pubblico della 52ª edizione di Santarcangelo festival, arriva in paese una nuova occasione di spettacolo in uno dei luoghi più affascinanti del paese: Circo Imbosco è una rassegna di circo contemporaneo sotto chapiteau, con musica all’aperto e opportunità di pic-nic, organizzata da Santarcangelo dei Teatri, che da mercoledì 20 a domenica 24 luglio ogni sera dalle ore 19.00 a mezzanotte accenderà le luci sotto il tendone e sul palco al Parco Baden Powell, con spettacoli dai 3 ai 99 anni, concerti, laboratori e street food di qualità. L’appuntamento è realizzato in collaborazione con Tnc – Teatro Necessario Circo, centro di produzione di circo contemporaneo di Parma, Equilibrista e Circo Keaton di Rimini, con il sostegno dell’Amministrazione locale.

Spiega Roberto Naccari, direttore generale di Santarcangelo dei Teatri: «D’accordo con il consiglio di amministrazione, abbiamo scelto di aggiungere alla già intensa attività annuale e all’offerta del festival una nuova progettualità, che va ad ampliare il ventaglio di discipline artistiche della nostra programmazione. Il circo contemporaneo è un’arte trasversale, che in Italia sta avendo uno sviluppo molto interessante, capace di coinvolgere un pubblico senza limiti di età».

Così, appena fuori dal paese, alle pendici della collina, proprio ai bordi del torrente, Circo Imbosco accoglierà nella sua grande e verde radura per cinque serate una proposta di circo e musica ogni volta diversa, tra clown, comicità, acrobatica e sonorità coinvolgenti.

«Il Parco Baden Powell è un luogo speciale, che abbiamo iniziato a utilizzare nel 2017 e che si è rivelato prezioso durante i due anni di pandemia, grazie all’ampio spazio aperto e alla splendida cornice naturale che offre. L’impegno è quello di valorizzare sempre di più quest’area, renderla un nodo della geografia culturale del territorio».

La programmazione è stata costruita con Teatro Necessario, compagnia di circo contemporaneo da poco riconosciuta dal ministero come centro di produzione, impegnata da più di vent’anni nel settore: «Abbiamo scelto di collaborare con una realtà della nostra regione che ha una lunga esperienza di produzione e programmazione di circo contemporaneo. Con Teatro Necessario e Ater Fondazione nel 2018 abbiamo contribuito a portare il Cirque Bidon a Santarcangelo e il pubblico ne è stato incantato. Anche la programmazione musicale e la sezione laboratoriale sono state costruite in un’ottica di sinergia locale, grazie alla collaborazione rispettivamente con Nicolò Fiori e Circo Keaton».

L’offerta di Circo Imbosco infatti non prevede solo spettacoli e concerti, ma anche un piccolo spazio laboratoriale di pratiche circensi. A completare il tutto, ogni sera ci si potrà far cullare dalle note del pianoforte de La dinamica del controvento, che gira sospeso a mezz’aria.

Il programma

Il programma prevede: mercoledì 20 luglio alle 21.30 Circo Pacco in 100% paccottiglia. Alle 22.30 Attacchi di Swing in concerto. Giovedì 21 luglio 21.30 Teatro Necessario in Clown in libertà; ore 22.30 Camilla e i Bomboloni alla Crema in concerto. Venerdì 22 luglio 21.30 Circo Carpa Diem in Doppio zero; a seguire The Caribbean Delights in concerto. Sabato 23 luglio ore 21.30 Teatro Necessario in Nuova Barberia Carloni; ore 22.30 Man Y Miguel & Los Borrachos Bros in concerto. Domenica 24 luglio Teatro Necessario in Clown in libertà; ore 22.30 Tonino 3000 in concerto.

L’accesso è da via Andrea Costa. Ingresso libero a laboratori, bar e concerti (dalle 19), a pagamento per gli spettacoli di circo (10-5 euro). Biglietti in vendita online e sul posto dalle 19.

www.santarcangelofestival.com

Ecco i numeri del festival appena finito

Al festival n. 52 si sono esibite 46 formazioni, di cui 17 per la prima volta in Italia e un totale di 159 artisti. 33 spettacoli, 5 concerti, 12 proiezioni, 10 talk, 11 djset, 5 workshop, 4 giorni di mercatino vintage, 22 diversi spazi spettacolo, tra cui la grande tavola rotonda di 12 metri di diametro creata ad hoc in piazza Ganganelli. Oltre 22mila le presenze agli spettacoli (11.750 biglietti venduti) in 9 giornate per un totale di 180 appuntamenti (di cui 52 gratuiti) che hanno registrato nella maggior parte dei casi il tutto esaurito. La platea, ogni anno più numerosa, giovane e internazionale, ha contato anche oltre 200 operatori culturali, in gran parte stranieri, con presenze anche dall’Australia e Stati Uniti. R.G.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui