E’ morto il sindaco di Sant’Agata Feltria Guglielmino Cerbara

Si è spento questa mattina all’ospedale Infermi di Rimini Guglielmino Cerbara, 59 anni, sindaco di Sant’Agata Feltria da 12 anni. “Mino”, affettuoso nomignolo con cui lo conoscevano tutti in Valmarecchia e non solo, era al suo terzo mandato dopo aver assunto le redini del Comune feretrano l’8 giugno 2009. Praticamente all’indomani dello storico passaggio dalla provincia di Pesaro Urbino a quella di Rimini, con l’ingresso quindi della cittadina in Emilia Romagna. Il suo testimone sarà ora raccolto dal vice Franco Vicini, amico d’infanzia che in questa terza avventura amministrativa lo affiancava con il ruolo di vice sindaco: quindi il prossimo anno, presumibilmente a giugno, si tornerà alle urne.

Il funerale è stato programmato per mercoledì mattina alle 10 al campo sportivo di Sant’Agata Feltria.

“E’ con grande dolore che apprendo della scomparsa di Guglielmino Cerbara, sindaco di Sant’Agata Feltria. Un amministratore capace, che ha dedicato la propria vita alle istituzioni e alla sua Valmarecchia. Lascia davvero un vuoto in tutti noi, che con lui abbiamo spesso collaborato, e in quanti abbiano avuto la fortuna di conoscerlo”. Così il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha espresso il proprio cordoglio per la prematura scomparsa del sindaco di Sant’Agata Feltria. “Voglio porgere le più sincere condoglianze -conclude Bonaccini- anche a nome della Regione Emilia-Romagna, alla sua famiglia e alla comunità dei luoghi in cui Cerbara ha operato con passione e amore per la democrazia”.

Questo il ricordo del sindaco di Rimini Andrea Gnassi: “Mino Cerbara, il grande e appassionato sindaco di Sant’Agata Feltria, non ce l’ha fatta. Se ne è andato questa mattina e già lascia in chi lo ha conosciuto un enorme vuoto nel cuore. Aveva 59 anni. Ricordo, dei numerosi incontri istituzionali avuti con lui e con i sindaci della Valmarecchia e della Valconca, lo straordinario amore per la sua Sant’Agata, per la sua gente, per la sua Valmarecchia. Lui, i sindaci dei piccoli comuni, dell’entroterra, sono spesso eroi poco conosciuti. Grazie anche a sindaci come Mino, questo Paese ancora tiene. È la passione e non altro il motivo per cui si mettono a disposizione del bene comune. Mino Cerbara è stato un grande sindaco e un grande uomo. Ci manca. Un grande abbraccio a tutti coloro i quali hanno avuto la fortuna di conoscerlo”.

Anche il presidente della Provincia di Rimini Riziero Santi lo ha ricordato pubblicando una foto in cui “Mino” guida una caratella. “CIAO MINO. E’ mancato il collega e amico Guglielmino Cerbara, Sindaco di Sant’Agata Feltria. Sindaco molto attivo e amato. Condoglianze alla sua famiglia e alla sua amata comunità”.

La presidente dell’Assemblea regionale dell’Emilia Romagna lo ricorda così: “Mino purtroppo ci ha lasciati e la notizia mi addolora molto. Un amico, un bravo amministratore, un politico che amava il suo Comune, Sant’Agata Feltria, e la sua vallata, la Valmarecchia. Un Comune e un territorio per i quali ha dedicato tempo e impegno, sempre con grande umiltà e spirito di servizio. Per chi ha l’onore di svolgere un ruolo di impegno pubblico e istituzionale si dice che contano più i fatti delle parole e Mino con quelli parlava, con le cose che costruiva insieme agli altri amministratori e attraverso l’ascolto dei suoi cittadini. Un onore essere stata al suo fianco in tanti momenti in questi anni. Ci mancherai molto”.

Così il sindaco di Riccione Renata Tosi: Vorrei esprimere le più sentite condoglianze alla famiglia e alla comunità dei cittadini di Sant’Agata Feltria, per la scomparsa del sindaco Guglielmino Cerbara. L’amministrazione comunale di Riccione e tutta la Giunta si uniscono al dolore per una così prematura scomparsa. Mino Cerbara l’ho incontrato nelle sedi istituzionali e di lui ho sempre avuto l’impressione che fosse l’uomo giusto al posto giusto. Aveva dimostrato di avere il civismo nel cuore, di capire profondamente la comunità di Sant’Agata che ha amministrato fino all’ultimo giorno della sua vita. Come credente penso che oggi saranno i suoi cittadini a riconoscergli questo grande merito nelle loro preghiere”.    

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui