Cesena, è morto don Luciano della Chiesa dei Servi: era diventato un super tifoso dei bianconeri

È morto ieri, all’età di 86 anni, don Luciano Bugnola. Per vent’anni è stato un protagonista attivo e apprezzato della vita religiosa di Cesena, nel suo ruolo di missionario del Preziosissimo Sangue, l’Ordine che ha come sede storica la chiesa dei Servi, in pieno centro. Di origine veneta, ma romagnolo d’adozione, don Luciano negli ultimi mesi si era trasferito a Roma, conservando però il legame con una terra, quella di Romagna, a cui era legatissimo. Tifoso storico del Milan, col passare degli anni era diventato un fedelissimo del Cesena e tanti ricordano ancora il bonario invito che fece, al termine di una messa, a pregare per i bianconeri, impegnati nella finale di ritorno dei playoff a Latina.

Don Bugnola era nato a Selva di Progno, in provincia di Verona, il 4 aprile 1936. Incorporato nella Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue il 6 gennaio 1958, è stato ordinato sacerdote il 9 luglio 1961. Prima di arrivare a Cesena, in comunità dei missionari dalle parti di Perugia, ad Ancona e a Firenze. I funerali saranno celebrati ad Albano Laziale, dove è spirato. Questa sera il feretro arriverà a Cesena, al Santuario dell’Addolorata, e domani mattina alle 11 verrà celebrata una messa. Poi la salma sarà trasportata fino a Verona.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui