E BluRimini chiamava Dennis Conner e Paul Cayard

Checco Bruni contro Jimmy Spithill. I due timonieri di oggi di Luna Rossa a Rimini si sfidavano nei match race di BluRimini.A cavallo fra Anni Novanta e Duemila l’arrivo del nuovo porto turistico aveva scatenato l’entusiasmo. Russell Coutts, Dennis Conner, Paul Cayard… i protagonisti della Coppa America scendevano in acqua a Rimini e si sfidavano in agguerriti confronti uno contro uno.

Le sfide di Benvenuti

Giorgio Benvenuti, ingegnere e imprenditore con la passione della vela, nel 1998 diede vita al progetto del Riviera di Rimini (madrina Martina Colombari), una barca in grado di vincere Rimini-Corfù-Rimini, Middle Sea Race, Barcolana, Fastnet, Giraglia.

Da lì passò alla costruzione del monotipo Blusail 24 e alle giornate di BluRimini che coincidevano con la lunga regata d’altura dell’Adriatico. Sette giorni di vela, di musica ed altri eventi.

«Erano i primi anni di Luna Rossa che nel 2000, a Auckland, vinceva la Louis Vuitton Cup e sfidava i neozelandesi. A Rimini stava arrivando la darsena e volevamo sviluppare in termini economici l’aspetto nautico. Pensavamo potesse essere un arricchimento dell’offerta turistica della città e del territorio. C’era molto entusiasmo».

Lucio Dalla al Marina

In mare prendevano il timone i velisti che hanno segnato gli ultimi 20 anni dell’America’s Cup. A terra prendevano il microfono personaggi come la PFM o Edoardo Bennato, Giorgia o Lucio Dalla, che proprio a Rimini averebbe portato la sua barca dall’amico Stefano Tete Venturini. Per non dimenticare Cino Ricci che faceva da testimonial.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui