Alla conquista degli Emirati: due lughesi aprono una gelateria a Dubai

Chi c’è stato non la dimenticherà mai più e per molti altri rimane quella città in cui andare almeno una volta nella vita: Dubai è anche questo, una lussuosa metropoli degli Emirati Arabi Uniti, gustosa e desiderata come lo è un gelato per i bambini. Ed è proprio una gelateria di due giovani lughesi una delle tante novità della sfarzosa città. Si chiama “Samuele’s – Real artisanal gelato”, fondata dall’omonimo Samuele Angolani e l’imprenditore Nicolò Mazzari, entrambi prossimi ai 30 anni. Il primo per oltre dodici anni ha miscelato e selezionato i più svariati ingredienti nella gelateria Abbidubbi di Lugo dello zio Maurizio, mentre il secondo da una decina d’anni ha una società di sviluppo software che opera anche su Dubai.

Samuele, di certo non vi sarete limitati ad aprire una normale gelateria?

«Assolutamente no. Abbiamo esportato il concetto di gelato artigianale italiano, attualmente una nicchia in questa realtà. E per farlo abbiamo deciso di proporlo in una chiave diversa: non come prodotto a sé, da consumare sul momento, ma puntando a creare un’esperienza unica, in cui sensazioni, tempi e spazi interagiscano con la qualità del nostro prodotto. Una sorta di dark kitchen, un neologismo col quale si identificano quei luoghi in cui si cucinano i piatti che poi verranno consegnati a domicilio. Non serviamo i clienti di passaggio, ecco».

Questa idea quando è nata?

«Nicolò, che conosco dalle medie, sapeva della mia voglia di aprire una gelateria tutta mia. Dopo avermi elencato le maggiori opportunità che avremmo avuto qui (come le risorse economiche, la curiosità per il prodotto, l’elevata temperatura e la sua esperienza in loco), mi ha proposto di partire. Sono volato da lui e in un paio di mesi abbiamo fatto tutto: il mese scorso, il 19 luglio, abbiamo inaugurato».

L’articolo completo nel Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui