Due innovative tesi sulla pavimentazione di Riccione in sinergia col Geat

Hanno trascorso mesi insieme ai tecnici di Geat sulle strade di Riccione e ieri entrambe, Lorena e Sofia, si sono laureate, presentando due tesi sullo studio della pavimentazione della Perla Verde all’Università degli studi della Repubblica di San Marino. Lorena de Oliveira Falcao e Sofia Zippo da ieri sono laureate in Ingegneria Civile grazie alla collaborazione con Geat (Gestione servizi per l’ambiente e il territorio). 

Il metodo innovativo con l’uso dei video

Gli studi delle due neo ingegnere si sono focalizzati sull’applicazione di un metodo messo a punto da UniRsm a favore degli enti pubblici locali che consente la classificazione delle aree prioritarie per gli interventi di manutenzione stradale, nonché di individuare le zone richiedenti azioni di messa in sicurezza, sulla base di registrazioni video automaticamente inserite su mappe interattive. 

Lo studio avviato si è basato sull’inventariare e rappresentare su mappa georeferenziata la rete stradale, monitorare periodicamente la condizione della pavimentazione stradale e identificare priorità e modalità di intervento secondo schemi predefiniti.

L’obiettivo delle tesi è stato applicare un metodo razionale e oggettivo che porti a risultati facilmente fruibili e comprensibili per supportare decisioni di allocazione dei fondi pubblici, motivare e giustificare le scelte strategiche, efficientare la pianificazione degli interventi in un’ottica pluriennale. Non solo, anche identificare specifici interventi in funzione della condizione della pavimentazione e della durabilità che si vuole ottenere, incrementare la credibilità dell’ente gestore agli occhi degli utenti e delle imprese riappropriandosi delle attività di razionale pianificazione, progettazione e direzione dei lavori.

In particolare, Lorena de Oliveira Falcao si è laureata con una tesi dal titolo “Valutazione dello stato di consistenza di pavimentazioni stradali della rete viaria del Comune di Riccione tramite acquisizione video”, mentre Sofia Zippo con “Valutazione dello stato di consistenza di pavimentazioni stradali della rete viaria del Comune di Riccione tramite acquisizione video”.

Il presidente di Geat: “Lavoro sinergico con importanti risultati”

“Tramite tirocini e tesi condivise – spiega il presidente di Geat Fabio Galli – Geat è riuscita a coniugare attività pratiche con ambiti di ricerca, creando nuovi indirizzi di sviluppo: uno di questi è la mappa di viabilità interattiva che diventa una banca dati di informazioni tecniche per storicizzare la condizione della piattaforma stradale e dei suoi elementi e può essere facilmente fruita tramite immagini e video”. L’idea risale ad alcuni anni fa in occasione di un seminario UniRSM. “Nel tempo, grazie ad un sinergico e continuativo lavoro di squadra, abbiamo incominciato a raccogliere i primi frutti dei nostri sforzi, creando strumenti utili e produttivi che saranno di grande aiuto per lo sviluppo di attuali e futuri progetti”.

Il lavoro delle neo ingegnere viene ulteriormente sviluppato con i radar

Il progetto nato dal lavoro di Lorena de Oliveira Falcao e Sofia Zippo nel frattempo viene ulteriormente sviluppato. Lorenzo Bignardi, attualmente tirocinante in Geat, sta infatti continuando lo studio con l’impiego di radar per il rilievo del traffico: un lavoro finalizzato a implementare le mappe sviluppate con le due tesi. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui