I carabinieri della stazione di Dozza, in collaborazione con i colleghi del Nas e dei Nucleo ispettorato del lavoro dell’Arma di Bologna, durante i servizi relativi alle “Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale”, hanno sanzionato per 10mila euro il titolare di un ristorante. Benché in regola con l’attuale normativa anti Covid-19, il ristoratore aveva infatti organizzato un pranzo per una ventina di persone, facendo uso di un paio di cuochi assunti senza un regolare contratto di lavoro e utilizzando alimenti sprovvisti della tracciabilità prevista dalla normativa. L’attività ha portato anche al sequestro di una quarantina di chili di alimenti.

Argomenti:

10mila

carabinieri

dozza

ristoratore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *