Dovaldola, in undicimila alla sagra del tartufo

Dopo i seimila della prima domenica, ieri sono stati cinquemila i visitatori presenti alla sagra del Tartufo di Dovadola. Numeri che si avvicinano quasi alla normalità e che hanno regalato due domeniche di festa agli organizzatori e ai visitatori che hanno invaso le strade e gli stand di Dovadola per la 54esima edizione della tradizionale sagra dedicata al pregiato tubero.

«Speriamo davvero che sia il segnale di un ritorno alla normalità – afferma il sindaco Francesco Tassinari – anche se l’autunno fa un paura. Nelle due domeniche della sagra abbiamo visto di nuovo tanta gente, il clima è davvero di festa, siamo molto soddisfatti, gli stand hanno lavorato a pieno regime e la gente si è riversata in paese come in passato. Il clima per fortuna ci ha aiutato, è andato tutto bene e speriamo che il prossimo anno venga ancora più gente».

Soddisfatto anche Mirco Tedaldi della Proloco: «Nonostante il green pass anche oggi (ieri, ndr) abbiamo dato via tremila braccialetti; la festa ha portato a Dovadola seimila persone la prima domenica e cinquemila oggi. Non siamo ancora ai livelli di presenze pre-Covid, ma abbiamo sicuramente raggiunto un buon 80%. È andata molto bene».

In tanti hanno girato per le bancarelle, acquistato o assaggiato prodotti tipici (tartufi, funghi, miele, salumi) in un tripudio di profumi e di sapori e ne hanno approfittato per visitare le bellezze del territorio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui