Dopo la notte di sesso, lei lo accusa di violenza sessuale: imprenditore di Cesena a processo

Si è aperto ieri nell’aula del presidente Adriana Cosenza dove l’accusa è rappresentata dal pm Luca Beruzzi, il processo a carico di un imprenditore cesenate residente a Santarcangelo, accusato di violenza sessuale su una giovane.
I due protagonisti della vicenda che si conoscevano da qualche tempo. Lei ha poco più di 20 anni e vive a Bologna. Lui ha una decina di anni in più, ed è il titolare di un’azienda con sede a Cesena. Secondo le carte a fascicolo processuale, i due una sera si misero d’accordo via messaggio per vedersi a casa di lui a Santarcangelo. Una serata durante la quale ci fu tra i due un rapporto sessuale. Il tribunale dovrà decidere se sia stato consensuale o meno.
Di certo c’è che lei, che stava facendo la stagionale in un hotel di Cesenatico, il giorno dopo decise di lasciare anzitempo il posto di lavoro e ricontattare l’uomo. Era arrivata tardi al lavoro, era stata “maltrattata” dai proprietari dell’albergo, era senza soldi per tornare a casa a Bologna e chiedeva aiuto all’imprenditore cesenate. Lui le disse di tornare a Santarcangelo in taxi, pagandogli la corsa. Poi la accompagnò in stazione. In tempo per farle prendere le coincidenze per Bologna. Una giornata chiusa con alcuni sms tra i due ed alcuni scambi di battute ed emoticon via Instagram.
Qualche giorno dopo l’incontro notturno la ragazza presentò denuncia, dicendo anche che l’uomo nella fatidica serata avrebbe fatto uso di sostanze stupefacenti e che successivamente l’avrebbe minacciata e per questo si sarebbe comportata come ha fatto: senza denunciare subito la violenza subita e con messaggini e “faccine” tranquillizzanti via web.
La ragazza, difesa dall’avvocata Rossella Mariuz, i messaggi in questione li ha cancellati tutti. L’uomo invece no e i suoi difensori Alessandro Sintucci e Marco Baldacci si sono rivolti al consulente tecnico Luca Mercuriali che è riuscito a recuperarli.
Ieri in aula è stato chiesto di ascoltarlo; e di poter sentire a testimonianza anche i proprietari dell’albergo di Cesenatico. L’accusa ha invece chiesto ed ottenuto di poter ascoltare alcune amiche della donna. Alle quali avrebbe raccontato la presunta violenza sessuale subita. Il tutto a partire dalla data della prossima udienza, ad aprile.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui