Dopo i “No vax”, i “Sì Taxi”: a Rimini il Comune paga il taxi per vaccinarsi a chi ha problemi di mobilità

Per tutto il 2021, a Rimini, per coloro che hanno problemi di mobilità, il taxi per andare a vaccinarsi lo paga tutto, o in buona parte, il Comune. L’iniziativa si chiama ‘taxi agevolato’ ed è stata prorogata fino alla fine dell’anno. Potranno beneficiare dei rimborsi (dal 50% al 100% della spesa) coloro che, appunto, si recheranno in una sede vaccinale noleggiando un Ncc o prenotando un taxi. Lo sconto arriverà dimostrando il pagamento con una ricevuta valida, emessa entro il 31 dicembre del 2021. Possono fare domanda di rimborso del 50% le persone che necessitino di recarsi nelle strutture sanitarie pubbliche o private fuori Comune, chi ha difficoltà nella mobilità, certificate, le donne in stato di gravidanza, le persone affette da patologie dimostrabili, chi si trova in una situazione di fragilità economica, oppure attualmente disoccupate o in cassa integrazione. Inoltre, sono state già prorogate fino a fine anno anche le richieste per il trasporto taxi gratuito ad anziani e disabili. In questo caso il costo del trasporto (da e verso i punti vaccinali) sarà completamente a carico del Comune e totalmente gratuito per i cittadini. Per attivare quest’ultimo servizio occorre chiamare il Comune al numero 0541 704969. Per ottenere il ‘taxi agevolato’, invece, è necessario presentare domanda al Comune producendo la documentazione scaricabile all’indirizzo www.comune.rimini.it/servizi/salute-benessere-e-assistenza/avviso- raccolta-domande-rimborso-spese-taxi-ed-ncc. “Si tratta- precisa l’amministrazione riminese- di un incentivo in più che il Comune di Rimini mette a disposizione, per garantire a tutti il libero accesso alle sedi vaccinali”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui