Donna, razza e conflitto: dibattito a Cesena

Nell’ambito del progetto ConTeSto, promosso dal Comune di Cesena, l’associazione Ipazia Liberedonne organizza, con la collaborazione di Apeiron, Progetto 11 e Aquilone di Iqbal, l’incontro “Donne, razza, conflitto. il domani narrato dalle voci di oggi”.

Nella serata sarà presentato il libro “Future: il domani narrato dalle voci di oggi” (Effequ editore). Il volume è una raccolta di racconti di autrici italiane afrodiscendenti che ha l’obiettivo di dare voce a quella che sarà la generazione futura, con le esperienze, i sentimenti e le vite di chi è immigrata, o nata, in Italia. «Giovani donne che si sentono italiane a tutti gli effetti, le cosiddette seconde generazioni, ma il cui specchio – spiegano dall’associazione – a volte rimanda identità multiple – tra presente, radici, futuro – in un paese non ancora disponibile a dar loro piena cittadinanza. Indispensabile è allora, in un’Italia immobile di fronte al fenomeno dell’immigrazione, affrontare il tema dell’intercultura con grande flessibilità, superando pregiudizi e stereotipi ma anche mettendoci in discussione. Indispensabile aprire percorsi di incontro e comprensione, tra il personale e il globale, per abbattere le barriere tra noi e loro».

Questa sera, nella sede del quartiere Cesuola a Ponte Abbadesse, alle 20.45, questi temi saranno con: Marie Moïse, attivista, scrittrice di razzismo e colonialismo da una prospettiva femminista decoloniale e co-autrice di Future (2019) e co-traduttrice di “Il manifesto della cura” (2021); e con Wissal Houbabi, nata in Marocco, femminista intersezionale, appassionata di cultura hip hop e cultural studies.

Le ospiti dialogheranno con Luciana Garbin ed Elena Magalotti socie di Ipazia liberedonne.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti (massimo 50 persone). È obbligatoria la mascherina ffp2. È prevista anche la diretta online sulla pagina Facebook dell’associazione Ipazia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui