Donini: “In Emilia Romagna tutti i 50enni vaccinati entro l’inizio di luglio. Zona bianca forse da metà giugno”

Anche la Fondazione Gimbe certifica il forte miglioramento della situazione in Emilia-Romagna, sia dal punto di vista dei contagi sia per quanto riguarda i vaccini. Nella settimana dal 12 a 18 maggio, analizza la Fondazione Gimbe, “si conferma una performance in miglioramento sui casi attualmente positivi per 100.000 abitanti e si registra una diminuzione dei nuovi casi rispetto alla settimana precedente. Sotto soglia di saturazione i posti letto in area medica e terapia intensiva occupati da pazienti Covid”.

Sul fronte della profilassi anti-covid, gli emiliano-romagnoli che hanno completato il ciclo vaccinale è il 16,2% a cui va aggiunto un ulteriore 17% con sola prima dose. In particolare, gli over80 già coperti dal vaccino sono l’88,6% a cui aggiungere un ulteriore 6% con sola prima dose. Per i 70enni si parla del 23,7% che ha completato il ciclo, più un 58,6% con sola prima dose. Per la fascia 60-69 anni invece la copertura è al 15,9% a cui aggiungere un ulteriore 44,4% con sola prima dose.

Zona bianca da metà giugno?

“E’ una corsa contro il tempo- commenta l’assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini- ieri siamo arrivati quasi senza scorte: abbiamo utilizzato il 96% dei vaccini in frigo”. Donini conferma che per gli 80enni “siamo verso il completamento del target, siamo a buon punto con 70-60enni e siamo al 60% di copertura per i soggetti vulnerabili: “L’andamento epidemiologico, in particolare l’incidenza dei casi, ci induce a pensare che a metà giugno, se continua così potremmo essere in zona bianca”.

I 50enni saranno vaccinati a giugno e li finiremo al massimo a inizio luglio, grazie ai medici di base. A seguire toccherà ai 40enni, hanno già aderito oltre 150.000 persone. A giugno poi avremo anche i farmacisti, che stanno facendo la formazione e potranno dare il loro contributo, e le aziende. Penso anche che il commissario Figliuolo prima o poi darà il via libera anche alle altre fasce d’età a cui speriamo corrisponda un’adeguata fornitura di vaccini”. Entro fine mese, spiega ancora l’assessore, “dovremmo ricevere altre 300.000 dosi e 1,5 milioni a giugno. Ma speriamo in una quota ancora più cospicua a luglio”. Donini sottolinea infine come la campagna vaccinale stia dando i suoi frutti, insieme alle misure di precauzione. “A febbraio-marzo avevamo le percentuali di contagi tra le più elevate e mille ricoveri solo a Bologna- ricorda l’assessore regionale- oggi la curva è in forte calo e mille ricoveri sono in tutta l’Emilia-Romagna”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui