BOLOGNA. Otto nuovi film documentari per una rassegna “visibile al tempo di un nemico invisibile”. Molto visibile. Lo dimostrano i numeri: 12.461 utenti per un totale di 20.943 visite al sito nelle prime quattro settimane: queste le cifre di Doc a casa, la piattaforma per la visione gratuita di documentari di autori e opere dell’Emilia Romagna, organizzata dall’associazione DER – Documentaristi dell’Emilia-Romagna (DER), che da oggi al 21 maggio propone otto nuovi titoli insieme a 30 film documentari della sezione “Circuito Doc”. Per la quinta settimana su www.docacasa.it la rassegna presenta: Cooperanti di Renato Giugliano, Le parole di Ventotene di Marco Cavallarin, Marco Mensa, Elisa Mereghetti, Les amourex des bancs publics – La strada che resiste con l’arte di Gaia Vianello e Juan Martin Baigorria, Lontano da qui di Alessandro Stevanon, Man on the river di Paolo Muran,Niguri di Antonio Martino, Nord Est di Milo Adami e Stragi d’Italia a cura dell’Associazione DER, da Piazza Fontana alla Uno Bianca gli studenti di quattro istituti scolastici emiliano-romagnoli si misurano con le stragi d’Italia. Sarà possibile contattare via mail la produzione e/o gli autori di ciascun film-documentario in programma per un incontro on line.

Argomenti:

BOLOGNA

coronavirus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *