Decreto proroghe, manca la norma su concessioni spiagge

Il Consiglio dei ministri che si è riunito questa mattina ha dato il via libera al decreto legge di proroga dei termini. Sul tavolo oltre al via libera definitivo al Recovery plan, c’è anche un decreto proroghe. Nella bozza le norme sullo smart working e sulla validità dei documenti, ma non c’è la misura sui balneari. Le concessioni delle spiagge, infatti, sono tornate d’attualità proprio perché la Commissione europea ha invitato il governo a fornire dettagli visto che nel capitolo del Pnrr sulla concorrenza il tema non è toccato. La legge di bilancio del 2019 ha disposto la proroga di 15 anni, fino al 31 dicembre 2033, delle concessioni demaniali turistiche, senza stabilire nuove gare. Un allungamento che a Bruxelles giudicano una violazione del mercato. Il Cdm sta esaminando anche il fondo complementare da 30 miliardi che accompagna il Recovery. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui