Dispositivi anti abbandono bambini: cosa prevede la legge

La legge del 1 ottobre 2018 entrata in vigore il 7 novembre 2019, sancisce l’obbligo di installare dispositivi anti abbandono in automobile per bambini sotto i 4 anni di età. Quando si decide quindi di acquistare un dispositivo anti abbandono bambini è importante assicurarsi che il modello sia in possesso della dichiarazione di conformità, ovvero di un’autocertificazione attraverso cui il costruttore dichiara il rispetto della legge in materia di sicurezza.

Il regolamento inoltre stabilisce che i dispositivi anti abbandono per bambini, possono essere di tre tipologie differenti:

  • dispositivo integrato con il seggiolino;
  • modello accessorio del veicolo, presente all’interno del fascicolo di omologazione dell’automobile stessa;
  • dispositivo indipendente dal veicolo e dal sistema di ritenuta.

Obbligo di dispositivi anti abbandono dei bambini

Le caratteristiche che un dispositivo anti abbandono deve presentare obbligatoriamente, sono le seguenti:

  • capacità di segnalare l’abbandono del bambino sotto i 4 anni di età al conducente dell’automobile, tramite l’emissione di segnali, che possono essere visivi, acustici e aptici;
  • attivazione automatica ad ogni utilizzo;
  • in grado di inviare una conferma di avvenuta attivazione;
  • se alimentato da una batteria, deve poter comunicare a chi guida livelli bassi di carica.

Modelli più avanzati sono anche capaci di inviare messaggi o inoltrare chiamate, in questo modo si previene con successo qualsiasi episodio di anti abbandono.

Inoltre il sistema anti abbandono deve sempre:

  • basarsi su sistemi di tipo elettronico che seguono una determinata logica oppure su sistemi forniti di sensori;
  • essere in linea con il veicolo e con il sistema di ritenuta, per non creare alterazioni delle caratteristiche di omologazione.

Dispositivi anti abbandono di bambini in auto: obblighi per i produttori

I produttori prima di mettere in commercio un dispositivo anti abbandono devono assicurarsi di aver rispettato la norma vigente. Infatti il modello deve presentare determinate peculiarità, che lo rendono funzionale al suo scopo.

L’azienda produttrice deve fornire tutta la documentazione tecnica del dispositivo, la quale contiene al suo interno informazioni e dettagli che garantiscono la conformità del modello. In particolare la documentazione tecnica, include anche una valutazione delle interazioni con il mezzo di trasporto e il sistema di ritenuta. Tramite la dichiarazione di conformità, il produttore si assume tutta la responsabilità nel caso in cui il sistema anti abbandono a causa di fattori strutturali, non dovesse adempiere al proprio scopo. Inoltre il modello deve essere messo in commercio corredato delle istruzioni adeguate per:

  • l’installazione,
  • uso;
  • manutenzione.

Dispositivi anti abbandono bambini in auto: impedire il black out

A causa di diversi fatti di cronaca nera, si è giunti alla creazione di sistemi anti abbandono che prevengono le conseguenze del black out. Si tratta di una condizione temporanea di “buio mentale”, in cui il soggetto non ricorda di aver o non aver compiuto determinate azioni, come ad esempio lasciare in macchina il proprio bambino. Il “risveglio” a cui segue la consapevolezza delle proprie azioni può essere sollecitato da stimoli esterni, dal confronto con amici o il proprio partner, oppure avvenire automaticamente. Spesso però è troppo tardi per poter rimediare a quanto fatto. I bambini piccoli, in particolare sotto i 4 anni di età, soffrono maggiormente il caldo e il tasso di mortalità è decisamente più alto se vengono esposti a continue fonti di calore. Inoltre si stima che un’automobile parcheggiata al sole, incrementa la sua temperatura interna di 15 gradi ogni quarto d’ora, arrivando a raggiungere 50 gradi in meno di un’ora, anche se fuori la temperatura è pari alla metà. Uno studio condotto da un giornalista del Washington Post Gene e pubblicato anche sulla Stampa.it riporta dati sconcertanti: dal 1998 al 2017 più di 600 bambini di cui il 90% con età inferiore ai 3 anni, sono deceduti dopo essere stati dimenticati in un’auto dal proprio genitore.

Dispositivi anti abbandono per bambini: dove comprarli

Si consiglia di acquistare dispositivi anti abbandono online, in quanto l’utente può appurare con estrema calma e attenzione il grado di conformità del modello. Inoltre un acquisto online consente di paragonare più modelli tra loro e ottenere tutte le informazioni e i dettagli necessari, al fine di arrivare ad una valutazione consapevole dei livelli di sicurezza ed efficienza del dispositivo. Un sito che rappresenta una fonte di garanzia sul prodotto e che presenta modelli efficienti e di ultima generazione è www.idealbimbo.it.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui