Discoteche presto aperte, il Silb fa pressing su Costa e il Governo

RIMINI. “La data definitiva a ore, non a giorni”. Il presidente del sindacato locali da ballo dell’Emilia-Romagna, Gianni Indino, accoglie di buon grado la promessa fatta dal sottosegretario alla Salute Andrea Costa per le discoteche aperte entro i primi dieci giorni di luglio, “finalmente arrivano le prime indicazioni che vanno nella direzione auspicata”. Ora, aggiunge, “si tratta di capire quale sarà la data scelta, Serve una data subito”, in modo da avere una quindicina di giorni di tempo per rimettere in moto i locali, predisporre persone e procedure per mettere in pratica le linee guida. Certo, argomenta Indino, “non sarà facile, soprattutto sotto il profilo della ricerca di personale”, senza sottovalutare il discorso della programmazione musicale. Comunque, ribadisce, “l’importante ora è fare presto a individuare la data della riapertura”. Anche perché “in tutta Italia vediamo scene di abusivismo totale, senza regole, senza sicurezza e senza controllo”. Da ultimo Indino ringrazia “tutti i sindaci della riviera di Romagna” che hanno accolto l’appello e “si sono schierati al nostro fianco per la riapertura dei locali da ballo”. D’altronde “il nostro turismo non può prescindere dall’offerta di intrattenimento: questo va assolutamente tenuto in considerazione, anche per tutto l’indotto che genera”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui