Diradamenti nei boschi in Vallata, sei ettari verranno tagliati

IMOLA. Nei prossimi mesi, indicativamente a partire da settembre e almeno fino alla fine dell’anno, dovrebbero partire alcuni imponenti interventi di manutenzione forestale nell’Appennino imolese. Si tratta di una decina di operazioni, che rientrano all’interno del piano territoriale forestale, che interesseranno soprattutto i territori di Casalfiumanese e Castel Del Rio. Ora il progetto è al vaglio della Regione per ottenere il via libera. Nel momento in cui da Bologna arriverà il nulla osta, partirà la progettazione esecutiva e quindi l’appalto. Intanto però l’idea presentata prevede numerosi diradamenti dei boschi presenti con il duplice obiettivo di mettere in sicurezza dal punto di vista idrogeologico e forestale, quindi anche in funzione di antincendio, le aree.

L’intervento previsto

Per compiere questi interventi il Circondario imolese intende investire quasi 100 mila euro e sono previsti abbattimenti di piante, ripulitura da alberi caduti, cippatura del materiale legnoso (a carico dell’azienda che avrà vinto l’appalto) e tagli per la conversione del bosco con la possibilità di far sviluppare gli alberi in modo più sano e stabile quindi creare un bosco con tipologie di vegetazione cosiddetta mista.

Dove si interviene

Nel territorio di Casalfiumanese si interverrà in località Vincolo, dove è prevista la realizzazione di ripuliture e diradamento, per la messa in sicurezza idrogeologica del sito, soprattutto in prossimità del reticolo idraulico minore che scende dal bosco. Un secondo lotto di lavori riguarderà, sempre nel territorio di Casalfiumanese, in località Ca’ di Lavacchio. Qui a causa della presenza di un bosco particolarmente vecchio sono necessari azioni di diradamento che permetteranno alle piante che non verranno tagliate di poter crescere con più velocità. Inoltre in questa porzione di territorio, a causa delle passate nevicate, numerosi alberi sono caduti a terra e quindi il materiale legnoso sarà rimosso. La parte più consistente dell’opera di pulizia e messa in sicurezza è quella relativa alla zona di Pezzolo nel territorio di Casalfiumanese (precisamente a Campo del Bricco, Ca’ di Lavacchio, Caseificio Bordona, ndr) e Castel Del Rio (nelle località Volunga e Porcimora). Qui è presente un ricco patrimonio di latifoglie, grazie a un rimboschimento effettuato alcuni anni fa, che necessita però di manutenzione attraverso il diradamento. A questo si aggiunge anche una mole molto consistente di materiale legnoso a terra, pericoloso soprattutto in estate per essere di facile infiammabilità, che dovrà essere tolto. Per effettuare i lavori saranno necessari anche piccoli interventi di realizzazione di piste transitabili per mezzi e uomini. Stando al progetto esecutivo dei cantieri in totale saranno abbattuti circa 1.500 alberi, con diametro degli stessi che spaziano da 10 ai 50 centimetri, a cui farà seguito la loro cippatura. Il tutto su una superficie totale dove si effettueranno i tagli, ripuliture del sottobosco dalle ramaglie (si ipotizza quasi 200.000 chilogrammi di materiale) e diradamenti che supereranno i 6 ettari.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui