“Di Lunedì” spesa e assaggi sotto le stelle, torna il 27

La prima sera al mercatino “Di Lunedì” a Castrocaro ha attratto curiosi e buongustai alla ricerca di nuovi sapori autentici e della frescura che tradizionalmente il borgo a monte di Forlì offre nelle sere d’estate. L’appuntamento si rinnoverà in piazza Mazzini tutti i lunedì fino all’8 agosto dalle 19 alle 23. La peculiarità del mercatino è che sarà possibile acquistare i prodotti del territorio e della Romagna per fare la spesa, ma anche per gustarla al momento, assieme a un bicchiere di vino, sedendosi ai tavoli messi a disposizione dal consorzio di promozione turistica Castrumcari che promuove l’iniziativa con il patrocinio del Comune.

I produttori

A rompere il ghiaccio lunedì è stato un parterre di produttori che si arricchirà ulteriormente fin dalla seconda serata di lunedì 27. A “Di Lunedì” ci sono le ciliegie di diverse varietà di Civitella di Romagna dell’Azienda L’arte agricola di Mimì, i profumi dell’olio extra vergine di oliva, della lavanda e delle erbe aromatiche di Ca’ dla Levra di Castrocaro, i pani e i biscotti di grani antichi e lievito naturale del Forno Cappelletti di Dovadola lasciano il posto per alcune sere a I Tirli di Santa Sofia e a Verde Olmo di portico di Romagna per tornare poi a luglio, mentre saranno una presenza fissa gli ottimi formaggi stagionati di Antiche Fosse di Sogliano che propone anche il blasonato Pecorino di Fossa Dop, le farine da grani antichi di Giacomo Giannelli. Più avanti arriveranno anche i formaggi freschi di Fattoria Trapoggio di Santa Sofia. Abbiamo già conosciuto e torneranno gli ottimi frutti di bosco biologico dell’azienda agricola Saviana di Santa Sofia, da mangiare passeggiando o portare a casa per torte, gelati e macedonie, la birra di Casola Valsenio, uno dei primi birrifici artigianali romagnoli, e il miele di Santa Sofia anche quello raro e vergine ancora in favo dei Alessia Baccanelli. Una scoperta le verdure fermentate di Giulia Pieri che ci ha fatto scoprire la delizia, ad esempio, dei gambi di aglio. Ma ci saranno già delle new entry importanti: arrivano la frutta, gli ortaggi di Ca’ di Viazadur di Faenza che propone anche un inedito succo di rapa dai molteplici utilizzi. Poi lo zafferano di Pennabilli di Nicola Pula, scelto già da tanti chef, e si amplia l’offerta del vino: con i vini di montagna di Andrea Peradotto da Pian di Stantino a cui si aggiungono Tenuta Pennita con anche il suo olio extra vergine e Zinzani vini di Faenza.

Laboratorio

Ogni serata prevede inoltre un laboratorio di approfondimento con assaggi ed esperienze dirette. Dalle 19.30 alle 20.30 lunedì sera si parlerà di “Cibo Pellegrino”, ovvero storie artusiane, viaggi del cibo per condividere le buone pratiche della cucina di casa ispirandosi al celebre manuale di Pellegrino Artusi. A cura di Micaela Mazzoli e Matteo Monti, formatori Slow Food (Costo: 10 euro, prenotazioni: 0543 769631 – info@castrocarotermeterradelsole.travel). Nel corso dei lunedì successivi ci saranno anche due serate con la cesarina Sabrina Nanni che insegnerà a fare la sfoglia e la piadina.

Incontri con l’autore

Alle 21 di lunedì 27 spazio alle parole e ai racconti per parlare di… agret, berba ‘d bec, cacialivar, erba grasa, galten, lassen, moiba, ragagiul, scarpegn, rosla ovvero erbe spontanee protagonisti del ricercato libro “Agli erbi dla Rumagna cuntadena” di Anna Maria Manuzzi, Roberto Giorgetti e Stefano Tellarini edito dal Corriere Romagna, la presentazione sarà a cura della giornalista Laura Giorgi.

Aperitivi “dalla vigna alla cucina”

Appuntamento speciale poi in concomitanza con il mercato il 4, 18 luglio e 8 agosto con tre aperitivi che vedranno coinvolti i vignaioli del territorio che incontrano la cucina dello chef Andrea Giacchini del ristorante Essentia, a pochi passi dalla piazza del mercato. Tre vini e tre piatti creati ad hoc. Per il 4 luglio la cantina protagonista sarà Marta Valpiani di Castrocaro e la carta prevede: Albana Delyus per accompagnare sgombro, uova di trota e pepe rosa, sangiovese La Farfalla per insalatina di faraona al profumo di porchetta, sangiovese Marta Valpiani Rosso per agnello glassato e fagioli al tegame. Costo 20 euro, prenotazioni allo 0543 768260 oppure essentia@essentiaristorante.it

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui