Derby nel centrodestra, Paesani “minaccia” Indino

In attesa che il centrosinistra faccia chiarezza una volta per tutte nel “derby” fra Emma Petitti e Jamil Sadegholvaad, nel centrodestra potrebbe prendere forma un dualismo fra Gianni Indino e Lucio Paesani.

È nota infatti da giorni la proposta a Indino di accettare la candidatura a sindaco: Fratelli d’Italia e Forza Italia sono d’accordo, mentre la Lega non fa salti di gioia (tutt’altro). Al presidente della Confcommercio viene “rimproverata” una “simpatia” un po’ troppo palese nei confronti dell’amministrazione Gnassi. Aspetto quest’ultimo, invece, considerato un valore aggiunto dal resto della coalizione, in grado di intercettare voti nel mondo delle imprese e dell’economia. Tradotto: un valido avversario se nel Pd la scelta cadesse su Sadegholvaad.

C’è però una novità. Dopo le “barricate” alzate in passato nei confronti di Lucio Paesani (lista civica Noi amiamo Rimini) alcune “anime” del centrodestra guardano con occhi diversi l’eventuale candidatura dell’imprenditore. I veti posti soprattutto da Fratelli d’Italia sembrano insormontabili, ma non bisogna dimenticare che la decisione viaggia sui tavoli romani e di fronte a numeri inequivocabili tutto può succedere. Ecco perché è un corso un sondaggio che fra le altre questioni, valuterà il peso di un centrodestra trainato da una candidatura Paesani.

L’articolo completo sul giornale oggi in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui