Deni: “Per l’Imolese già spesi 350mila euro”

Patron Giuseppe Deni, buongiorno: può dire a a che punto è la situazione dei pagamenti degli stipendi della prima squadra dell’Imolese, visto che la scadenza del 15 dicembre è vicina?

«Ho già provveduto a fare pagare le mensilità di settembre ai ragazzi ed entro lunedì mattina sarà pagato anche il mese di ottobre. Anzi, se ci riuscirò, farò fare i bonifici già domani (oggi, ndr)».

Tutto a posto entro i tempi previsti, quindi?

«Sì, assieme al pagamento degli stipendi abbiamo pagato anche tutti i debiti che c’erano con l’erario per cui abbiamo espletato tutti gli adempimenti che erano richiesti dalla Covisoc entro il 15 dicembre».

I primi segnali della nuova proprietà sono quindi arrivati forti e chiari: può dire quanto ha speso?

«Per quanto riguarda le imposte, stiamo parlando di 155mila euro. Per quanto riguarda gli stipendi di settembre ed ottobre della prima squadra, siamo attorno ai 190mila euro, compresa l’Irpef da pagare. Siamo quindi attorno ai 350mila euro complessivi».

Questi 350mila euro che sono stati pagati, chi li ha tirati fuori, la “Deni-Callari e Associati” o l’Imolese?

«Sono stati tirati fuori dall’Imolese, che però aveva casse vuote al momento del nostro arrivo. La nuova proprietà ha fatto conferimenti soci per provvedere a riempire i conti dedicati dell’Imolese e pagare quanto dovuto in questa fase».

Si è già incontrato con l’ex diesse Aniello Martone e l’ex tecnico Gaetano Fontana per discutere le loro posizioni?

«Sono arrivato a Imola mercoledì pomeriggio: fra oggi (ieri, ndr) e sabato ho intenzione di sentire sia Martone che Fontana. Prima, comunque sia, parlerò con Martone. In ogni caso sia a lui che e a Fontana sono stati pagati gli stipendi di settembre e lunedì saranno corrisposti quelli di ottobre».

Tutto a posto a livello economico anche per quanto riguarda il settore giovanile?

«Certamente, anche tutti gli allenatori del settore giovanile entro lunedì mattina saranno pagati».

Ora quindi non resta che pensare al campo ed al prossimo mercato…

«Sì, abbiamo messo tutto in ordine. Ora speriamo che già da domani ci arrivi la prima lieta notizia dal campo nella gara con il San Donato Tavarnelle».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui