Delitto di Ilenia, l’ex marito aveva fatto duplicare una chiave

Non solo una serie di frasi senza dubbio infelici («Conosci qualcuno che possa fare del male a mia moglie?» e «prima o poi le mando qualcuno che può farle la festa») riferite da due donne che Claudio Nanni aveva frequentato dopo che il matrimonio con la moglie si era incrinato. A gettare ombre pesanti sull’ex marito di Ilenia Fabbri, la 46enne uccisa nella sua abitazione in via Corbara a inizio febbraio, si aggiunge un altro dettaglio: l’ex marito 54enne – al momento indagato per omicidio in concorso con l’ignoto materiale esecutore dell’assassinio – aveva fatto alcune copie (almeno un paio, forse tre) di una chiave simile a quella del garage in cui la vittima è stata accoltellata a morte. Un particolare emerso nell’ambito degli accertamenti svolti dagli investigatori della Squadra mobile nei vari negozi di ferramenta della città e di quelle vicine.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui