Delitto di Ilenia, Arianna chiede di vedere il padre

FAENZA. All’indomani della confessione del killer che ha chiamato in causa Claudio Nanni come mandante dell’omicidio dell’ex moglie Ilenia Fabbri, la figlia Arianna manifesta la volontà di vedere il padre.
Davanti al cancello di via Corbara, teatro del delitto, appaiono palloncini gialli e un cero portati dalle amiche della 46enne uccisa. Ma è un desiderio di Arianna a segnare il più recente capitolo della vicenda che da un mese è al centro della cronaca nazionale. «Vorrei fare visita a mio padre in carcere»: questa la supplica espressa dalla 21enne il giorno dopo avere appreso i contenuti della confessione del padre davanti al gip Corrado Schiaretti. Una confessione in cui l’uomo (finora sempre proclamatosi innocente e sempre difeso pubblicamente dalla ragazza) ha ammesso di aver incaricato Pierluigi Barbieri, ma non l’omicidio. Secondo la versione fornita da Nanni, l’intimidazione doveva servire a convincere la donna a desistere da «continue richieste di denaro». Ma «non doveva finire così» ha sostenuto nella lettera inviata prima dell’interrogatorio alla figlia, che ora vorrebbe parlare personalmente al padre, guardandolo negli occhi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui