Danza contemporanea, “E’ Bal” in partenza

Ater Fondazione lancia il cartellone di “E’ Bal”, progetto in rete emiliano romagnolo per fare crescere la nuova danza contemporanea, che si va consolidando. La rete si è allargata a 11 soci: teatri, festival, associazioni, centri di residenza fino al 15 dicembre presentano 18 eventi tra spettacoli, residenze, prove aperte, laboratori. Roberto De Lellis, direttore Ater: «E’ Bal è un modello imprescindibile dalla rete. La rete favorisce idee, progetti artistici sostenibili economicamente, dialogo e confronto nel rispetto delle differenze che si integrano e producono ricchezza».

Romagna protagonista

Molti protagonisti della rete sono attivi in Romagna; sono L’arboreto – teatro Dimora di Mondaino, il comune di Rimini, Cronopios, Santarcangelo dei teatri, Riccione teatro, Teatro del Drago, gli Istituti culturali della Repubblica di San Marino, Cantieri danza Ravenna, Salone Snaporaz Cattolica. Completano le associazioni bolognesi Danza Urbana e Agorà /Liberty e il teatro “Laura Betti” di Casalecchio di Reno.

I nuovi partner

Cantieri Danza Ravenna è tra i nuovi partner di E’ Bal, da 22 anni promuove il festival di danza urbana “Ammutinamenti” in corso in questi giorni. Domenica 5 settembre alle 22, Arteficerie Almagià, il performer Alessandro Carboni presenta la novità “The Angular Distance of a Celestial Body”. «Condensa una ricerca decennale dell’artista – interviene Selina Bassini – un dialogo fra una struttura geometrica modulare e due danzatrici, corpi simmetrici e speculari. Carboni in residenza ha pure incontrato 12 artisti della città nel seminario “Compost”. Venerdì 3 apre il festival con uno studio, per le celebrazioni dantesche, sul canto XXXIV dell’Inferno, quello dei corpi congelati nel Cocito. Lavora sull’idea di possibili mutazioni della materia».

L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino è fra i più attivi con tre prove aperte e due residenze creative. Fino all’8 settembre vive l’ispirazione creativa di Silvia Gribaudi per la creazione “Monjour”, sabato 4 alle 21 la coreografa presenta una prova aperta del suo “cartoon contemporaneo” fatto di corpi vivi sorretti dall’ironia dell’autrice che debutta al festival Torino danza. Venerdì 3 dalle 20.30 alle 22 conduce un laboratorio con la comunità di Mondaino e col pubblico. Il 17 ottobre spazio alla prova aperta di “My Body” di Stefania Tansini, che debutta il 30 ottobre a Roma Europa festival.

Un luogo ideale

Un luogo ideale per E’ Bal è Il Lavatoio di Santarcangelo che il 22 settembre alle 21 ospita “Punk. Kill me please” di Francesca Foscarini che ha provato anche al Petrella di Longiano. È un lavoro ispirato alla rivoluzione punk con due corpi femminili soggetti a trasformazioni continue. «Come Santarcangelo dei teatri – riflette Roberto Naccari – e dunque in qualità di Festival, partecipare nel diverso contesto di E’ Bal significa introdurre elementi innovativi nel nostro staff organizzativo. Senza più fare capo alla sola direzione artistica e con una durata temporale maggiore».

Il Teatro del Drago di Ravenna ospita a Gambettola Valentina Dal Mas il 30 settembre alle 20.30, spettacolo vincitore del Premio Scenario infanzia 2017. Il cartellone si chiude al teatro Galli di Rimini il 15 dicembre con “Toccar. The White Dance” di Cristina Kristal Rizzo, vincitore del Premio Danza & Danza 2020 come Miglior Produzione Italiana.

Fra gli altri progetti, importante il focus su Collettivo Cinetico di Francesca Pennini, con spettacoli a Bologna, Calderara e Casalecchio dal 3 settembre al 14 ottobre; e poi la presenza del maestro Virgilio Sieni il 23 ottobre a Castello d’Argile con “Danza cieca”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui