Inaugura oggi alle 16.30, la XXII edizione del festival di danza urbana e d’autore “Ammutinamenti”, promosso dall’associazione Cantieri. Un cartellone molto ricco, un «segno concreto di fiducia e di sostegno al mondo della danza – come ha sottolineato una delle fondatrici di Cantieri, Selina Bassini – quando, fino a poco tempo fa, la possibilità di tenere fede al nostro impegno col festival era tutt’altro che scontata».

“Reset. L’impossibile è indispensabile”, si apre alle 16.30 con la passeggiata danzata dedicata a Pina Bausch “The nelken line”, con partenza da piazza San Francesco e arrivo in Darsena, inserita nel programma di “Viva Dante. Ravenna 2020/21” e che coinvolge le scuole di danza della città. Dalle 18 al parco Deserto Rosso, esempio di rigenerazione urbana nel quartiere Darsena, le creazioni di Nicolas Grimaldi Capitello e di Camilla Monga. Dalle 17 alle 23 in Darsena si tiene anche il Garage Sale, mercatino vintage e second hand, live music, attraversato da incursioni di danza urbana.

Il festival si trasferisce poi nell’area aperta delle Artificerie Almagià dove, dalle 18.30, si svolge “Giunco: installazione e pratiche open air” di Paola Ponti, coreografa e danzatrice, Giorgia Severi, artista visiva e Giacomo Gaudenzi, musicista, nell’ambito del progetto “Appunti per un Terzo Paesaggio” curato da Sabina Ghinassi e Selina Bassini. Dalle 19.30 alle 20.30 sarà sul palco dell’Almagià il ravennate Gruppo Nanou, che presenta “Alphabet: conversazione, prototipo per installazione coreografica”, mentre alle 22 Nicola Galli propone “Il mondo altrove: una storia notturna”, nuovo progetto coreografico che si ispira alla nozione di giardino di Gilles Clément e agli studi etnografici di Claude Lévi-Strauss. Dalle 19 si terrà anche la presentazione del libro “Fotodiagnostik” del fotografo Davide Baldrati nell’ambito del progetto “Diversivo”.

Da giovedì 17 a sabato 19 settembre, la seconda parte del festival è dedicata alla “Vetrina della giovane danza d’autore”. Giovedì, al teatro Alighieri dalle 21, Paolo Rosini con “Dot”, Nyko Piscopo con “Sleeping beauty (work bitch)”, Martina Bombardella con “Error#1” e Pablo Girolami con “Gianni Pasquale”. Venerdì alle 18, all’Almagià, Matteo Marchesi presenta “Bob”, creazione selezionata per CollaborAction Kids, azione del network Anticorpi XL, fra le proposte dedicate al pubblico dei giovanissimi. Alle 21 al teatro Alighieri Stefania Tansini con “La grazia del terribile”, Nicolas Grimaldi Capitello con “The last one” e Gennaro Andrea Lauro con “Mondo”. Sabato, alle 17 sulla banchina della Darsena, Jari Boldrini e Giulio Petrucci presentano “Evento”, mentre alle 18 al teatro Rasi “Prove d’autore XL” racconta gli esiti delle residenze d’autore di Ginevra Panzetti e Enrico Ticconi con MM Contemporary Dance Company e Giselda Ranieri con Balletto di Roma. Alle 21 all’Alighieri serata conclusiva con Lia Claudia Latini, Nicola Simone Cisternino, Lucrezia Gabrieli e Matteo Vignali con Noemi Dalla Vecchia.

Argomenti:

ammutinamenti

Danza

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *