Dantedì, l’amore di Paolo e Francesca da Gradara a Edimburgo

Gradara non poteva mancare alle celebrazioni per il Capodanno del VII Centenario dantesco in concomitanza con il Dantedì del 25 marzo

L’inizio dei festeggiamenti dal tramonto del 24 marzo con la toccante video-registrazione degli studenti delle 21 università di tutto il mondo che hanno letto il V canto dell’Inferno in occasione dell’evento World wide kisses lo scorso 8 marzo proiettato sulla torre della cinta interna del borgo, proprio di fronte alla Rocca che custodisce il mito d’amore di Paolo e Francesca. Per tutta la notte fino all’alba del Dantedì sulle mura della torre si succedono le immagini di due degli eventi più significativi di questo ricco calendario di appuntamenti che Gradara ha organizzato, insieme a Rimini, per rendere omaggio al Sommo Poeta: le performances dei cento studenti di ventuno Università dei cinque continenti che l’8 marzo hanno abbracciato il mondo live streaming con i versi di Francesca da Rimini recitati nella lingua del loro paese;  le anteprime della mostra “Rodin a Gradara”. “Il Bacio”, capolavoro del grande scultore francese, in una fusione originale della prestigiosa Fondazione Gianadda di Martigny (CH) sarà protagonista dell’esposizione in programma a Palazzo Rubini Vesin, edificio storico di Gradara, a fine primavera.

Il Dantedì gradarese proseguirà con la trasmissione in filo diffusione nel borgo dei versi danteschi nelle magistrali recitazioni del V canto di Vittorio Sermonti, Vittorio Gassman e Carmelo Beneche echeggeranno per le vie e le piccole piazze riempiendo il silenzio di questo difficile periodo con la bellezza della poesia.

A conclusione della giornata, alle 21 il Sindaco di Gradara Filippo Gasperi interverrà ad un convegno online dal titolo “DanteDì: dall’Italia al mondo e viceversa” organizzato dal Comune di Fermignano e finalizzato ad approfondire il valore multiculturale della Divina Commedia e al quale interverranno Gilberti dell’Università di Urbino, Francoise Graziani dell’Università della Corsica e Myriam Ruthenberg della Florida Atlantic University-

“I Festeggiamenti per il Dantedì vanno ben oltre le mura di Gradara a riprova del valore internazionale dell’iniziativa – commenta il sindaco Gasperi. Sono felice di annunciare che sempre il 25 marzo verrà reso noto il programma di eventi realizzato con il patrocinio del Comune di Gradara dall’History and Games Lab, gruppo di ricerca dell’Università di Amburgo”.

“Nell’anno dantesco – prosegue il Sindaco –  l’History and Games Lab –  che si occupa di studiare come la storia venga rappresentata nel mondo ludico e dall’altro propone soluzioni per “ludicizzare” la ricerca storica – organizza un ciclo di eventi che esplorano come la Divina Commedia sia stata rappresentata in ambito ludico, inclusi giochi attualmente in corso di pubblicazione. Gli eventi inizieranno il 31 marzo, e includeranno seminari, prove di gioco, e game design da parte degli studenti della School of History dell’Università di Edimburgo, nell’ambito del corso Damnation and redemption in the medieval world: a journey through Dante’s Inferno and Purgatorio, tenuto dal Prof. Gianluca Raccagni”.

Infine una sorpresa per gli appassionati di gioco: dal 25 marzo sarà in vendita online Dante Alighieri: Comedia – Inferno™ il gioco di Federico Latini, vincitore del Nerd Play Award 2015, editato da Sir Chester Cobblepot grazie al contributo del Comune di Gradara, Gradara Innova, Regione Marche e il progetto Francesca 2021.

Solo 1000 copie disponibili sul sito https://shop.gradarainnova.com

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui