RIMINI. Immaginazione e creatività senza limiti. Spostare il punto di osservazione da stabili in disuso ad ambientazioni immaginarie per la creazione di racconti di cui gli stessi giovani siano artefici e creatori, è l’obiettivo del laboratorio Dalla storia all’immaginario delle colonie marine. Il progetto, che si articolerà in più fasi, porterà un gruppo di 15 adolescenti ad immaginare una storia surreale, la cui ambientazione sarà proprio la Colonia Novarese, di cui saranno protagonisti loro stessi trasformando la storia in testo teatrale. Nato all’interno del progetto “Giovani guide per colonie e altri luoghi abbandonati” promosso dall’associazione Il Palloncino Rosso per coinvolgere le fasce giovanili in un progetto di rigenerazione urbana, il laboratorio curato dall’Associazione culturale Alcantara e condotto da Diego Runco, in un momento storico come quello attuale, in cui l’emergenza Covid 19 sta radicalmente cambiando le modalità di relazione e di incontro, ha preso il via in questi giorni non senza difficoltà ma sempre nel rispetto del Dcpm. «L’incontro con Il Palloncino Rosso e il progetto “Giovani guide per colonie e altri luoghi abbandonati” ci ha subito dato la possibilità di proporre a 15 adolescenti del nostro territorio l’opportunità di scoprire e ripensare questi spazi. Il momento che stiamo vivendo ci ha richiesto uno sforzo creativo e di immaginazione che ci ha permesso di riadattare progettualità alle esigenze contingenti», ha spiegato Damiano Scarpa, presidente Alcantara». Il progetto è tra vincitori del Bando “Adolescenza” della Regione Emilia- Romagna 2019.

Argomenti:

colonie marine

laboratorio alcantara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *